Generali, nuovo board in vista sulla governance

di Anna Messia
La sensazione è che si voglia tentare di tenere le carte coperte almeno fino al cda previsto per la prossima settimana. Ieri è filtrato ben poco dal comitato nomine di Generali, presieduto dal presidente della compagnia, Andrea Sironi, riunito per tentare di ricucire la spaccatura che si è aperta sulla governance dopo che i tre consiglieri della lista di minoranza, Francesco Gaetano Caltagirone, Marina Brogi e Flavio Cattaneo, hanno fatto un passo indietro da tutti i comitati endoconsiliari della compagnia. Il motivo del contendere, come noto, è stata la decisione del cda della compagnia di non prevedere più un comitato strategico, ritenuto invece di fondamentale importanza da Caltagirone (azionista al 9,95%) che venerdì 27 ha anche deciso di dimettersi dal consiglio. Il cda convocato per la prossima settimana dovrà quindi discutere non solo della possibile soluzione per la governance ma anche nominare il nuovo consigliere. Sul primo punto, come anticipato nei giorni scorsi da MF-Milano Finanza, l’ipotesi è di dare al comitato investimenti competenze sulle operazioni straordinarie alzando al contempo la soglia di quelle che il ceo Philippe Donnet può compiere in autonomia, pari oggi a 50 milioni. Anche la sostituzione di Caltagirone rischia di essere fonte di nuovi attriti: lo statuto Generali parla della sostituzione con un candidato della stessa lista (in questo caso quella di minoranza), appartenente al medesimo genere. Il paradosso sarebbe l’esclusione di Roberta Neri, ex ad Enav, prima dei non eletti, con la chiamata in campo di Claudio Costamagna (che non sarebbe però interessato) e subito dopo di Luciano Cirinà, ex manager Generali e candidato ceo di Caltagirone, che con la compagnia ha però pendenze legali dopo il suo licenziamento da Trieste. Questioni su cui, ancora una volta, i legali di entrambe le parti sarebbero già al lavoro. Ieri intanto, il presidente Consob, Paolo Savona, ha detto che anche l’Authority è al lavoro sul dossier corporate governance delle Generali. (riproduzione riservata)
Fonte: logo_mf