Il fallimento di City Insurance ha lasciato 100mila automobilisti rumeni senza assicurazione

Un buco di circa 1,8 miliardi di euro e oltre 100mila automobilisti rumeni senza assicurazione Rc Auto. Sono le conseguenze del fallimento di City Insurance, compagnia leader del segmento “motor” in Romania e già grande protagonista in Italia nelle coperture per le aziende ospedaliere una decina di anni fa.

Il Tribunale romeno ha dichiarato il fallimento di City Insurance con decisione n.507 del 9 febbraio 2022. Da quel momento, i creditori avevano 90 giorni di tempo per presentare le loro richieste al Fondo di Garanzia romeno (FGA), mentre gli assicurati avrebbero dovuto provvedere a sottoscrivere una nuova copertura Rc Auto in quanto al termine dei 90 giorni sarebbero scaduti i contratti in essere. Nonostante le raccomandazioni rivolte più volte dalle autorità locali, alla scadenza del 12 maggio 2022, al momento circa l’80% di clienti City Insurance ha provveduto a sottoscrivere una nuova assicurazione Rc Auto con un’altra compagnia. In particolare, nei primi quattro giorni successivi alla scadenza, dei circa 500mila automobilisti ancora assicurati con City Insurance, oltre 336mila hanno provveduto a sottoscrivere una nuova polizza Rc Auto, ma sono ancora più di 100.000 gli automobilisti che circolano senza regolare assicurazioni.