Area Broker & QZ vuole crescere in Lombardia e Veneto

di Anna Messia
Non solo estere. Anche tra le società di brokeraggio assicurativo italiane si allunga la lista di chi è pronto a comprare. A farsi avanti in cerca di operazioni straordinarie utili per mantenere la leadership in un mercato sempre più competitivo c’è l’italiana Area Broker & QZ. La società di Reggio Emilia, presieduta da Stefano Sidoli, sta per compiere 15 anni dalla sua nascita ed si prepara ad accelerare sulla crescita, spingendo sulle acquisizioni. «Oggi abbiamo un fatturato di circa 12 milioni con 100 milioni di premi assicurativi intermediati», dice, Sidoli, «entro il 2024, nel giro di un biennio, contiamo di arrivare a 30 milioni di ricavi nel gruppo, e 20 milioni della sola Area Broker». Oltre all’attività più propriamente di brokeraggio assicurativo il gruppo guarda a partnership strategiche. Come quella con Dynamics 360, specializzata nel risk management, ma anche a chi si occupa di pronto intervento o sinistri. E poi ci sono le acquisizioni di altre società di brokeraggio. In questi anni sono state rilevate Essebi e Rizzoli di Bologna, lo Studio Morini di Pisa e Capecchi a Pistoia. Acquisizioni che proseguiranno, aggiunge Sidoli e che porteranno ad una crescita geografica. Oggi la società opera in Emilia Romagna e Toscana ma si guarda a Nord Est e Lombardia. (riproduzione riservata)
Fonte: logo_mf