Ardonagh allo sbarco in Italia

IL COLOSSO INGLESE DEL BROKERAGGIO GUARDA ALLA PENISOLA E CHIAMA FAINA AL TIMONE
di Anna Messia
Un altro grande gruppo del brokeraggio assicurativo si prepara a sbarcare in Italia. Si tratta di Ardonagh, la principale piattaforma di distribuzione assicurativa indipendente del Regno Unito e uno dei primi 20 broker a livello globale, con oltre 150 sedi in tutto il mondo. Il gruppo, secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza ha aperto i cantieri per lo sbarco nella Penisola e per sviluppare le attività italiane avrebbe individuato un manager che il mercato assicurativo del Paese lo conosce decisamente bene. Si tratta di Carlo Faina, numero uno delle attività assicurative italiane di BH Italia, il marchio registrato della sede secondaria italiana di Berkshire Hathaway International Insurance Limited, la società che fa capo a Warren Buffett. Che il finanziere americano, definito «l’oracolo di Omaha» per le sue capacità di scegliere gli investimenti giusti, fosse interessato all’Italia, anche sul fronte assicurativo, è cosa nota. Con una mossa a sorpresa, nel 2017 rilevò il 9% di Cattolica, uscendo poi l’anno scorso al momento dell’Opa da parte di Generali sulla compagnia di Verona. Ma in Italia opera anche BH Italia, specializzata in particolare nell’assicurazione Rc Medica con coperture per strutture sanitarie e professionisti, cresciuta negli anni, sotto la guida di Faina, fino ad arrivare a detenere una quota importante di questo comparto, Ma ora il manager sarebbe pronto a lanciarsi in un nuovo progetto per coordinare proprio lo sbarco di Ardonagh in Italia. Il gruppo inglese che, dal 2017 è guidato da David Ross, continua ad espandersi a livello internazionale. Alla fine del 2021 ha rilevato, negli Usa, le attività assicurative di Bcg Partners per 500 milioni di dollari e a pochi mesi di distanza è arrivata l’acquisizione del broker portoghese Mds Group, con presenza anche in Brasile e in Africa. Ora è la volta dell’Italia che, di questi tempi, sembra far gola a diversi colossi del brokeraggio assicurativo. A partire dagli inglesi di Howden che hanno rilevato il broker nazionale Assiteca. Ma pronti all’azione ci sono anche gli americani di Acrisure che hanno già investito sulla Penisola rilevando, nell’aprile dello scorso anno, Double S Insurance, società con sede a Sassari e sono pronti a nuove mosse. Oltre ai tedeschi di Wefox che in Italia sono entrati grazie all’operazione siglata con lo storico broker Mansutti e che proprio in queste settimana hanno debuttato nel ramo Rc Auto. (riproduzione riservata)
Fonte: logo_mf