Volkswagen sperimenta il suo primo robot van

EST A MONACO PER IL VEICOLO COMMERCIALE A GUIDA AUTONOMA
di Simonetta Scarane
Debutterà nel 2025 il primo robot-van targato Volkswagen. Il van del futuro della casa automobilistica tedesca è elettrico e si guida da sé: si chiama ID.Buzz.AD (come autonomous driving) e conterà numerosi sensori, laser, radar e videocamere. Sarà disponibile dal 2025. Già nelle prossime settimane verranno effettuate prove su strada nei pressi dell’aeroporto di Monaco e poi in altre città. La versione tutta elettrica del van era stata già svelata e sarà in vendita a partire dall’anno prossimo.

Volkswagen, come altri costruttori di automobili, prevede che i primi veicoli che si guidano da sé saranno appunto i veicoli commerciali, in particolare robot-taxi e robot-van.

In Cina esistono già. AutoX, startup finanziata da Alibaba, ha lanciato tre mesi fa delle vetture taxi senza conducente nelle strade di Shenzhen. Baidu, assieme a Geely, schiera le sue a Pechino. Didi, il gigante cinese del Vtc (noleggio auto con conducente attraverso internet), assieme a Volvo Car (filiale di Geely) sta mettendo a punto il proprio servizio di robot taxi.

Dunque, anche il colosso dell’industria automobilistica tedesca sta lavorando a un veicolo a guida autonoma e ID.Buzz.AD sarà il primo del gruppo tedesco che ha sede a Wolfsburg. Il veicolo commerciale per trasporto di passeggeri e merci, sarà dotato di un sistema di guida autonoma di livello 4, cioè senza intervento del conducente, ideato da Argo AI, impresa americana con sede a Pittsburgh, nella quale Volkswagen e Ford hanno investito 2,6 miliardi di dollari (2,1 mld di euro) l’anno scorso.

Argo AI ha sviluppato un nuovo lidar (tecnica di telerilevamento con un sensore laser che misura la distanza grazie alla luce), capace di visualizzare degli oggetti a 400 metri di distanza e di considerare pedoni e ciclisti. È il sistema di guida autonoma più sicuro e intelligente sia in città che in autostrada secondo i fondatori di Argo AI che ha già sperimentato per migliaia di chilometri la guida autonoma in diverse città americane da Detroit a Palo Alto, da Austin a Miami, da Washington DC a Pittsburgh. E adesso si aggiunge Monaco di Baviera.

Sarà Moia, una filiale di Volkswagen per la nuova mobilità, a lanciare la prima di queste navette a guida autonoma ad Amburgo nel 2025. Questa società oggi propone ad Amburgo e ad Hannover, servizi con navette elettriche in condivisione. L’anteprima delle prodezze di ID.Buzz AD è prevista a ottobre prossimo, in occasione del congresso mondiale dei sistemi di trasporto intelligenti (Its) che si terrà proprio ad Amburgo. 


© Riproduzione riservata

Fonte: