Trend Micro: il 61% delle aziende non riesce a gestire adeguatamente i rischi cyber

A livello globale, il 61% delle aziende manifatturiere ha subito un attacco informatico; il 75% delle aziende che ha subito un attacco ha dovuto affrontare un blocco della produzione e per il 43% questa interruzione è durata più di quattro giorni.

Sono alcuni dei dati che emergono da “The State of Industrial Cybersecurity: Converging IT and OT with People, Process, and Technology”, l’ultima ricerca dell’azienda globale della cybersecurity Trend Micro.

Lo studio afferma che la tecnologia è vista come la sfida maggiore di cybersecurity per il 78% del campione, a seguire le persone (68%) e i processi (67%). Meno della metà delle aziende ha però affermato di aver iniziato un percorso tecnologico per migliorare la sicurezza.
Tra le misure di cybersecurity meno implementate, le capacità di asset visualization (40%) e segmentazione (39%), a testimonianza di come siano le più tecnicamente critiche da adottare.

Le aziende con un alto grado di collaborazione tra It e Ot (Operational technology) hanno dimostrato di essere più inclini a sviluppare misure di cybersecurity rispetto alle altre e questo si riflette nei dati relativi all’utilizzo di firewall (66% vs. 47%), di capacità Ips (62% vs. 46%) o di segmentazione della rete (54% vs. 37%).

Per quando riguarda le novità organizzative, alcune organizzazioni hanno nominato un Chief security officer (Cso).

aziende