L’itinere è un rischio

INFORTUNI

Autore:  Michele Borsoi
ASSINEWS 331 – giugno 2021

Premessa
Oltre il danno, anche la beffa. Un lavoratore subisce un infortunio in itinere: non solo non viene indennizzato dall’assicurazione infortuni obbligatoria INAIL, ma viene pure licenziato alla propria azienda a causa del superamento del periodo di comporto.

La vicenda
Un prestatore di lavoro di un’azienda privata subisce un grave incidente stradale mentre sta recandosi al lavoro. In conseguenza di ciò si assenta per un periodo assai lungo, superando, così, il cosiddetto “periodo di comporto”.

Il licenziamento
L’azienda provvedeva ad inviare al lavoratore una lettera di licenziamento motivata proprio per il superamento del “periodo di comporto”.

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati

© Riproduzione riservata