Con le app è addio alle attese

Sempre più diffuse le soluzioni digitali che semplificano gli aspetti della vita quotidiana
Dalle tasse alle code: così si risparmiano tempo e denaro
Pagina a cura di Irene Greguoli Venini

Occuparsi degli adempimenti fiscali, svolgere pratiche burocratiche, ma anche gestire bollette e i rapporti con gli operatori telefonici o con i fornitori di energia, mettersi in coda o cercare parcheggio: sono molte le incombenze che fanno perdere tempo. Per semplificare e velocizzare molte di queste operazioni la tecnologia offre un supporto grazie a piattaforme digitali, la maggior parte delle quali accessibili via smartphone, che consentono di risparmiare tempo, e in alcuni casi denaro. Per esempio ci sono app per fare la dichiarazione dei redditi da casa, o che sollevano da tutte le pratiche del cambio operatore per l’energia, che permettono di pagare con il telefonino, di evitare la coda negli uffici pubblici e nei vari esercizi commerciali, di stipulare una polizza rapidamente, e di semplificare altri aspetti della vita come la ricerca del parcheggio.
Un aiuto per le utenze domestiche. La piattaforma Switcho consente di trovare offerte per le utenze domestiche e si fa carico anche della burocrazia necessaria per passare da un fornitore all’altro: un algoritmo analizza la situazione di partenza dell’utente e, dove non c’è risparmio, lo avvisa, e poi c’è un team dedicato a svolgere le necessarie operazioni documentali per conto del cliente nel caso quest’ultimo scelga di attivare una delle opzioni proposte. Nell’ambito delle utenze c’è anche l’app di SosTariffe.it con cui si possono comparare le offerte dei vari operatori telefonici e dei fornitori di luce e gas con consulenti che si occupano nel caso di gestire l’attivazione o il cambio fornitore.

Per le tasse e la pubblica amministrazione. Per le tasse Taxfix ha sviluppato un’app (sia in versione mobile che da pc) che consente di fare la dichiarazione dei redditi da casa: occorre rispondere a semplici domande che guidano l’utente con un linguaggio facile e comprensibile. Per qualsiasi dubbio, è a disposizione un esperto fiscale assegnato a ciascuno al momento della registrazione. Una volta caricati i documenti e pagato il costo del servizio (29 euro), il team di esperti fiscali procederà con la revisione delle informazioni fornite dall’utente, e se tutto risulterà corretto, compilerà e invierà la dichiarazione all’Agenzia delle entrate per conto dell’utente, avvisandolo poi a procedura completa. Per interagire con le diverse pubbliche amministrazioni italiane, locali o nazionali, raccogliendo tutti i loro servizi, comunicazioni e pagamenti, c’è IO, app con cui si possono ricevere messaggi e comunicazioni rilevanti dagli enti pubblici, ricordare e gestire le scadenze, aggiungendo i promemoria direttamente nel calendario personale, ricevere avvisi di pagamento, con la possibilità di pagare servizi e tributi dall’app in pochi secondi (direttamente dal messaggio o tramite scansione Qr dell’avviso cartaceo).

Pagamenti più veloci. Sul fronte dei pagamenti, tra gli altri, Satispay, un servizio di pagamento mobile che può essere usato da chiunque abbia un conto corrente bancario per scambiare denaro con i contatti della propria rubrica telefonica e pagare nei punti vendita e negli e-commerce convenzionati, effettuare ricariche telefoniche, pagare i bollettini, i servizi della pubblica amministrazione e il bollo auto e moto, donare a enti no profit e accumulare piccole somme di denaro in modo automatico. Un’altra opzione è Yap, un’app di mobile banking ideata da Nexi per i giovani. Nasce per la raccolta e lo scambio di denaro ma è possibile usarla anche per gli acquisti online e offline grazie al collegamento con la carta prepagata virtuale (MasterCard) sfruttando la tecnologia Nfc degli smartphone con i servizi di pagamento Google Pay e Apple Pay.

Le assicurazioni istantanee. Nel mondo assicurativo c’è Yolo, una piattaforma che offre prodotti assicurativi istantanei e su richiesta che consentono ai clienti di acquistare polizze, nel momento in cui ne hanno bisogno e solo per il tempo necessario. Yolo agisce come broker digitale, co-creando prodotti con le compagnie assicurative, e come abilitatore assicurativo digitale, lavorando con partner al di fuori del settore.

Evitare le code. Per evitare di perdere tempo in coda c’è ufirst, app che permette di fare la fila da remoto: con ufirst, infatti, è possibile sapere quante persone sono in fila e recarsi sul posto solo quando è il proprio turno. Sulla piattaforma sono presenti strutture pubbliche o private come banche, farmacie, ospedali, cliniche, uffici comunali, negozi al dettaglio e supermercati: selezionando la propria città e la struttura dove ci si deve recare, si viene aggiornati in tempo reale sull’avanzamento della coda, per ricevere una notifica quando il proprio turno è prossimo.

Risparmiare sulla spesa. Per chi vuole risparmiare senza dover cercare le offerte nei negozi, può essere utile l’app DoveConviene, su cui è possibile sfogliare i volantini degli esercizi commerciali, consultando anche promo, coupon e sconti. Oltre a sfogliare il volantino classico, si possono aggiungere le offerte alla propria lista della spesa e memorizzare le carte fedeltà di negozi come Mediaworld, Unieuro, Trony, Esselunga, Conad, Mondo Convenienza e Pam.

Trovare parcheggio e il distributore più conveniente. Anche cercare parcheggio può richiedere tempo, soprattutto se ci trova in una zona che si conosce poco: Parkopedia è una piattaforma che permette agli automobilisti di individuare il parcheggio più vicino alla loro destinazione, informandoli sul suo costo e disponibilità. Tra le funzionalità c’è anche la possibilità di prenotare in anticipo e pagare online. Per chi invece vuole trovare velocemente il distributore di carburante più economico c’è Prezzi Benzina: occorre selezionare il carburante (benzina, diesel, metano, gpl, diesel speciale o benzina speciale) e in base alla posizione o all’indirizzo cercato l’app individua i distributori più vicini e più economici.

© Riproduzione riservata

Fonte:
logoitalia oggi7