Hannover Re migliora i risultati P&C e conferma gli obiettivi di profitto per il 2021

Hannover Re ha confermato i suoi obiettivi di profitto per il 2021 dopo aver registrato una crescita a due cifre della raccolta premi nel primo trimestre, nonché un modesto miglioramento dell’utile netto di gruppo.

I premi lordi sono aumentati dell’11,9%, o del 16,8% rettificati per gli effetti del cambio, mentre l’utile netto è aumentato dell’1,7% a 305,9 milioni di euro.

I risultati hanno beneficiato dell’assenza di nuove perdite legate alla pandemia nella riassicurazione property e casualty. La riassicurazione vita e malattia ha ancora subito un colpo legato alla pandemia per 151 milioni di euro, ma il gruppo prevede che queste perdite “si attenueranno sensibilmente” a partire dal 2° trimestre.

Gli obiettivi di profitto del gruppo per l’anno includono un utile netto compreso tra 1,15 e 1,25 miliardi di euro, nonché un ritorno sugli investimenti del 2,4%, una crescita dei premi lordi a una cifra superiore e un bilancio dei grandi sinistri di 1,1 miliardi di euro.

Hannover Re ha rinnovato circa i due terzi della sua attività P&C al 1° gennaio e ha registrato un aumento medio dei prezzi del 5,5%, che riflette ulteriori miglioramenti dei prezzi e delle condizioni, la cui portata varia a seconda dei rami e delle regioni.

Per gli affari P&C, i premi lordi sono cresciuti del 14,2% a fine marzo a 5,7 miliardi di euro, o del 20,1% rettificato dagli effetti dei tassi di cambio.

La spesa netta per grandi sinistri è stata inferiore a quella dell’anno precedente (193,2 milioni di euro, contro 283,6 milioni di euro), con i maggiori sinistri individuali tra cui 75,4 milioni di euro dovuti a condizioni meteorologiche invernali estreme in Texas, una perdita industriale di 34,8 milioni di euro in Germania e 19,5 milioni di euro dovuti a inondazioni in Australia.

Il combined ratio di questo segmento è migliorato sostanzialmente dal 99,8% al 96,2%, con un utile operativo in crescita del 6,3% a 324,0 milioni di euro e un utile netto in analogo aumento a 269,2 milioni di euro, rispetto ai precedenti 207,3 milioni.

Per quanto riguarda la riassicurazione vita e malattia, Hannover Re ha continuato a registrare una forte domanda in tutto il mondo, con premi lordi contabilizzati in crescita del 6,1% a 2,1 miliardi di euro. Tuttavia, la consistente perdita COVID del trimestre ha fatto sì che il risultato operativo di questo segmento si sia contratto del 35,6% a 80,1 milioni di euro, mentre l’utile netto è sceso bruscamente del 55,7% a 48,8 milioni di euro.

In termini di investimenti, Hannover Re ha ora 52,5 miliardi di euro di attività in gestione e ha registrato un reddito netto totale da investimenti di 444,0 milioni di euro per il primo trimestre, che rappresenta un aumento del 5,0% rispetto allo scorso anno, nonostante il continuo basso livello dei tassi di interesse.