Il COVID-19 potrebbe promuovere abitudini sostenibili: Swiss Re

Le interruzioni senza precedenti delle operazioni commerciali e degli stili di vita personali causate dalla pandemia COVID-19 potrebbero aiutare le persone a sviluppare abitudini più attente al clima, secondo Alison McLean, responsabile della ricerca comportamentale di Swiss Re.
McLean ha osservato che la pandemia ha già portato a cambiamenti straordinari nel comportamento, poiché l’80-90% delle persone nei paesi colpiti ha rispettato le regole della distanza fisica e dell’isolamento sociale.
Ciò ha portato a un calo del 5,5% della produzione globale di carbonio, e Swiss Re prevede che molti governi potrebbero usare questa interruzione come un’opportunità per sottolineare la sostenibilità e la trasformazione digitale nella loro strategia di ripresa economica.
La disruption provocata dal Coronavirus in termini di smart working e di riduzione al minimo dei viaggi potrebbe anche incoraggiare le persone a ripensare gli approcci ai viaggi sostenibili, soprattutto perché la tecnologia aiuta a sostenere nuovi modi di lavorare, ha suggerito McLean.
“Il cambiamento climatico ha implicazioni per la frequenza e la gravità delle future pandemie, estendendo potenzialmente la stagione di trasmissione e l’intervallo geografico per molte malattie infettive e aumentando così il rischio sulla vita e la salute umana”, ha spiegato.
“Spero che la presenza di questa pandemia ci aiuti a prestare attenzione al clima e ci aiuti a mantenere le nostre nuove abitudini rispettose del clima. E sulla base della scienza comportamentale di come formiamo le abitudini e di ciò a cui prestiamo attenzione, questo sembra davvero possibile – una conseguenza non voluta di COVID-19 che possiamo accogliere”.
abitudini sostenibili