Berkshire Hathaway perde il 25% in borsa e i soci attaccano Buffett

di Ester Corvi
Berkshire Hathaway, la holding di Warren Buffett, ha perso da inizio anno più del mercato. A Wall Street le quotazioni delle azioni Berkshire Classe A sono scese infatti di oltre il 25% contro un calo dell’indice S&P500 del 14%. E adesso alcuni investitori chiedono un cambio di strategia. La scorsa settimana Bill Smead, che conta Berkshire Hathaway tra le prime dieci partecipazioni nel suo fondo Smead Value, ha espresso disappunto per l’approccio seguito dall’oracolo di Omaha, ritenendolo troppo difensivo. «Il Berkshire ha bisogno di un attivista», ha detto in un articolo su Barron, spiegando di non voler «conservare il capitale, ma per creare ricchezza». Gli ha fatto eco qualche giorno dopo l’investitore istituzionale David Merkel, che nel suo blog (Aleph) ha messo l’accento sui ritardi del fondo Berkshire Hathaway nel chiudere alcune posizioni, mentre i mercati venivano scossi dalla tempesta della pandemia. «Di recente ho venduto la metà della mia partecipazione nel Berkshire dopo aver appreso che Buffett non ha fatto nulla durante il recente crollo delle borse», ha scritto Merkel in un post martedì 12. Il money manager ha poi rincarato la dose: «La domanda è se Buffett abbia una visione obsoleta di quanto potrebbe scendere il mercato, dati gli atteggiamenti volubili dei responsabili delle politiche economiche». A fine marzo c’erano, secondo il gestore, titoli che erano scesi troppo e avevano valori interessanti. Ma Buffett ha fatto esattamente l’opposto, almeno nel settore delle compagnie aeree, visto che ha contribuito a far muovere l’industria in una spirale discendente quando ha annunciato all’inizio di maggio che il Berkshire aveva scaricato tutte le sue partecipazioni in America Airlines, Delta Air Lines, United Airlines e Southwest Airlines. Una mossa giudicata invece azzaccata da altri investitori, visti i tempi molto lunghi che impiegherà il settore del trasporto aereo per tornare alla normalità, e che era già stata discussa durante l’assemblea trimestrale del 2 maggio. In quella occasione il Berkshire Hathaway aveva comunicato una perdita di 50 miliardi di dollari, incrinando la fiducia nel guru americano, che aveva dimostrato di saper superare alla grande la crisi del 2008, ma che adesso di fronte alla pandemia non è riuscito a fare altrettanto. (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf