Dopo l’addio a Carige BlackRock sale in Fineco

Il fondo americano approfitta della cessione da parte di Unicredit e arrotonda al 7,25% la quota nella banca multicanale
di Francesco Bertolino

Addio Carige , benvenuta Fineco . Dopo essersi ritirato dal salvataggio dell’istituto ligure, BlackRock ha incrementato la partecipazione nella banca guidata da Alessandro Foti. Niente banche in crisi, insomma, nel portafoglio del gestore americano, ma c’è spazio per una società di gestione (più piattaforma trading) affermata sul mercato italiano. L’8 maggio il fondo americano ha approfittato della cessione del 17% del capitale da parte di Unicredit per incrementare la sua quota in Fineco al 7,25%. Il giorno successivo, il 9 maggio, il board di Carige ha annunciato la decisione di BlackRock di non proseguire nelle trattative. Anche se le due operazioni rispondono a logiche di investimento diverse, la coincidenza temporale colpisce. La vendita di Unicredit ha consentito all’asset manager statunitense di acquistare un ulteriore pacchetto di azioni, portandosi al 6,31% rispetto al 5,91% del 3 maggio e al 4,53% del 12 aprile. A questa partecipazione, detenuta da BlackRock attraverso 12 società di gestione e fiduciarie controllate, si aggiunge un ulteriore 0,905% rappresentato da alcuni derivati che non prevedono date di scadenza. Il restante 0,032% è costituito da un quantitativo di azioni che sono oggetto di diversi contratti di prestito titoli con possibilità di rientro non prestabilita, a discrezione del prestatore o del prestatario. Ieri a Piazza Affari Fineco ha chiuso in calo del 2,5%. (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf