Decisivi gli Agenti=Credit Manager© per andare più lontano

L’INTERVISTA

Trentanni di presenza di Coface in italia  Intervista al ceo Ernesto De Martinis

Autore: Gigi Giudice  
ASSINEWS 308 – maggio 2019

Da maggio Coface Italia ha la sua nuova sede all’interno del Lorenteggio Business Village di Milano. Sede fiammante che si presenta – dice la mia guida e confermo – come “innovativa, digitale e tecnologica”. Oltre che progettata per favorire lo smart working, che in tempi piuttosto rapidi sarà esteso a tutto il personale.
I layout degli ambienti sono improntati secondo i canoni del design più attuale: “Un modo elegante e funzionale di vivere lo spazio. Più simile agli interni di una abitazione raffinata, con il fine – mi dice Antonella Vona, Direttore Marketing e Comunicazione, che mi accompagna – “di poter esprimere al meglio l’imprinting di creatività che accompagna e caratterizzerà la presenza e l’azione di Coface in Italia negli anni a venire.”

Coface (che sta per Compagnie Francaise pour le Com­merce Exterieur) ha celebrato quest’anno il trentennale di attività nel Bel Paese, coincidente con la novità della inaugurazione della nuova sede.
Un percorso iniziato nel 1989, anno al quale risale l’avvio de La Viscontea, Compagnia della quale il gruppo francese si servì come veicolo d’ingresso graduale nel nostro mercato facen­done, in un primo tempo, il branch italiano. Fase che precedette l’adozione del brand con cui si connota quello che, oggi, è uno dei leader nazionali del Ramo Credito.

Pochi giorni prima del trasferimento dalla vecchia sede milanese di via Spadolini sono andato a intervistare Ernesto De Martinis, CEO di Coface Italia e Head of Strategy della Regione Mediterraneo e Africa.
Prima domanda obbligata: come sono andati gli affari della Compagnia nell’esercizio chiuso a dicembre? “Il 2018 per Coface in Italia è stato anno, chiedo scusa per l’enfasi, memorabile: abbiamo toccato i 44 milioni di euro di nuova produzione nei rami Credito e Cauzioni.
Il contributo del network degli Agenti che operano per noi, insieme a quello dei partner bancari e di un certo numero di Broker, è stato decisivo e ci ha fatto raggiungere 40mila nuove polizze emesse, nei due Rami.

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati