Dal Rapporto Sonar 2019 i 5 nuovi rischi emergenti e “slowburner”

Il rapporto SONAR 2019 di Swiss Re Institute esamina i nuovi rischi emergenti e “slowburner” come le implicazioni del cambiamento climatico per la salute pubblica.

Lo scontro della tecnologia digitale con l’hardware legacy, i nuovi rischi derivanti dalla diffusione delle reti mobili 5G, la flessibilità sempre più limitata della politica fiscale e monetaria, i test genetici e i loro effetti sul settore assicurativo, nonché gli effetti dei cambiamenti climatici sulla salute pubblica sono alcuni dei rischi chiave identificati nel rapporto SONAR pubblicato quest’anno. La pubblicazione si basa sul processo SONAR per cogliere i primi segnali di ciò che sta al di là dell’orizzonte temporale.

I rischi individuati sono rilevanti per i settori dell’assicurazione vita e non vita, della gestione patrimoniale, nonché per le condizioni operative e di mercato assicurativo. Essi sono presentati con l’obiettivo di aiutare gli operatori del settore a prepararsi ai nuovi scenari adattando il loro comportamento, la loro condotta di mercato e il loro portafoglio prodotti.

I cinque rischi con un elevato impatto potenziale sull’industria sono:

Le nuove tecnologie incontrano l’invecchiamento delle infrastrutture
I miglioramenti tecnologici sono in corso. Tuttavia, l’hardware nei settori delle infrastrutture critiche, comprese le reti elettriche intelligenti o le condutture e gli ospedali, è spesso obsoleto. Di conseguenza, gli assicuratori si trovano ad affrontare una maggiore accumulazione di rischio e un potenziale di perdita inaspettato nei settori dei danni materiali, delle lesioni fisiche, dell’interruzione dell’attività e del rischio informatico.

La diffusione della tecnologia 5G 
Il 5G consentirà la connettività wireless in tempo reale per qualsiasi dispositivo di internet degli oggetti (IoT), come le auto autonome o le fabbriche a sensori sterzanti. È probabile che le attuali preoccupazioni circa i potenziali effetti negativi sulla salute derivanti dai campi elettromagnetici aumentino. Inoltre, gli hacker possono anche sfruttare la velocità e il volume di 5G per acquisire (o rubare) più velocemente più dati. Le principali preoccupazioni sono le possibili violazioni della privacy e della sicurezza, nonché lo spionaggio.

Limiti delle banche centrali
Vi è un crescente consenso sul fatto che un’altra recessione economica richiederà una risposta fiscale. Il settore della riassicurazione potrebbe trarne beneficio se i cambiamenti di politica portassero crescita e stabilità finanziaria. Tuttavia, un aumento dell’incertezza, che provoca una maggiore volatilità dei mercati finanziari e un calo delle valutazioni delle attività, è un potenziale fattore di rischio.

L’aumento dei test genetici
Negli ultimi anni, il costo dei test genetici è diminuito significativamente e con i kit di test diretti al consumatore (DTC), i test genetici sono ora sempre più disponibili e accessibili per uso individuale. Sono stati ampiamente adottati dai sistemi sanitari pubblici e dagli individui. Ciò ha implicazioni significative per gli assicuratori del ramo vita, sia per quanto riguarda la gestione dei dati che i vincoli normativi.

Cambiamenti climatici e salute pubblica
I rischi più pronunciati dai cambiamenti climatici che incidono sulla salute umana derivano da ondate di calore, inondazioni, siccità, incendi e malattie trasmesse da vettori. Milioni di vite umane e di servizi sanitari potrebbero essere a rischio. Senza un’azione, i tassi di mortalità e i costi sanitari potrebbero aumentare, con conseguenze significative per i rami sanitari, gli indennizzi ai lavoratori e le assicurazioni sulla vita.

“Swiss Re e il settore assicurativo in generale hanno segnalato per la prima volta il cambiamento climatico come un rischio emergente molti decenni fa”, afferma Patrick Raaflaub, Group Chief Risk Officer di Swiss Re. Il rischio è ormai “emerso”, ma permangono ancora incertezze associate e impegnative, come le implicazioni sull’assicurazione vita e malattia”, aggiunge Raaflaub.