Polizze agricole, fondi all’incasso

Il ministero delle politiche agricole detta i tempi per i pagamenti. E chiede una mano ai Caa

Su 400 mln di euro di contributi, ne sono stati erogati 177
di Espedito Ausilio
Su un contributo complessivo per le campagne 2015 e 2016, di circa 400 mln di euro, richiesto dagli agricoltori italiani per la misura «assicurazioni agevolate», sono stati erogati circa 177 mln di euro (poco più del 44%. In essi, non vengono però compresi 66 mln di euro pagati con risorse del Fondo europeo agricolo di garanzia, per le polizze sull’uva da vino. Risorse per cui sono in fase di completamento le procedure di controllo a carico delle richieste. E che, una volta ultimate, permetteranno al ministero delle politiche agricole di dare via libera all’erogazione di rimborsi, per ulteriori 197 mln di euro, entro il 31 dicembre 2018. Arrivando così ad assicurare oltre il 93% del contributo richiesto. Il tutto è riassunto in una nota del dicastero dell’agricoltura.
Ora, i pagamenti previsti sulle campagne 2015 e 2016 sono così programmati:
– 13 mln entro il 15 giugno 2018;
– 30 mln entro il 30 giugno 2018;
– 20 mln entro il 31 luglio 2018;
– 51 mln entro il 30 settembre 2018;
– 49 mln entro il 31 ottobre 2018;
– 34 mln entro 31 dicembre 2018.
Sulle rimanenti domande, per un contributo concedibile pari a circa 26 milioni di euro, in parte ancora da formalizzare, il ministero spiega che sono in corso verifiche, per allineare i dati presenti a sistema e procedere ai conseguenti pagamenti.
Invece, in relazione alla campagna 2017, che, sulla base delle polizze ad oggi pervenute, prevede un contributo complessivo concedibile pari a circa 170 mln di euro, il ministero ha chiesto al sistema dei Centri di assistenza agricola e ai Consorzi di difesa di «impegnarsi a fondo per terminare il caricamento dei certificati di polizza e ad accelerare le procedure di presentazione delle domande di sostegno. Infatti, a fronte di circa 125 mila piani assicurativi della campagna 2017, sono state presentate solo 31 mila domande di sostegno.
Di più: il dicastero ha precisato che «solo a carico delle domande presentate entro il 31 luglio 2018, sarà possibile completare le procedure di controllo e procedere all’erogazione dei rimborsi previsti entro il 31 dicembre 2018». Per questo, avverte via XX Settembre, «la collaborazione di tutti gli attori si rende ancor più necessaria per far avanzare il più possibile i pagamenti del 2017 entro la scadenza del corrente anno».
E non è finita. Per far fronte a tutte queste esigenze e per gestire una situazione, definita dal dicastero «estremamente complessa anche a causa della difficoltà di reperire documentazione sulle rese produttive individuali realizzate nel quinquennio antecedente alla campagna assicurativa», è stata istituita una task force, a cui partecipano esperti del Mipaaf, di Agea e di Ismea, in contatto continuo col sistema dei consorzi di difesa e dei Caa, per «assicurare il monitoraggio costante della situazione e la gestione di tutte le problematiche man mano che queste emergono in base ai controlli in corso», spiega il Mipaaf. Che, infine, informa: «Il bando relativo alle assicurazioni agevolate nel settore zootecnico e delle strutture aziendali sarà adottato in data 30 maggio 2018».
Fonte: