Ivass: reclami in calo del 13,7% nel 2017

L’IVASS ha pubblicato i dati sui reclami ricevuti da ciascuna impresa di assicurazione nel 2017.

La pubblicazione consente di valutare il grado di soddisfazione degli assicurati rispetto ai servizi assicurativi delle compagnie italiane ed estere operanti in Italia.

Nel 2017 le imprese di assicurazione italiane ed estere hanno ricevuto complessivamente 103.974 reclami, di cui 49.896 (48%) relativi al ramo r.c. auto, 34.694 (33,4%) agli altri rami danni e 19.384 (18,6% del totale) ai rami vita.

I reclami sono diminuiti complessivamente del 13,7% rispetto al 2016.

Per le imprese italiane, sono i reclami relativi al comparto vita a registrare la variazione più significativa: -22,6%, contro il -16,9% per le imprese UE.

Manifesta un miglioramento anche il settore della rca: il numero dei reclami scende del 10% per le imprese italiane e del 13,2% per le UE.

Per quanto riguarda le imprese italiane, il comparto nel quale si concentra il maggior numero di reclami è sempre quello della r.c. auto obbligatoria (50% del totale). I principali motivi di reclamo riguardano la fase di liquidazione dei sinistri: i tempi di definizione, l’attribuzione della responsabilità, la quantificazione dei danni.

Per le imprese UE risultano più numerose le lamentele sui rami danni diversi dalla r.c. auto (47,2% del totale reclami).

Nel complesso i reclami accolti sono stati il 29,8%, quelli transatti il 11,5%, quelli respinti il 54%. Il restante 4,8% risultava in fase istruttoria al 31 dicembre.

Di seguito le Tavole con i dettagli:

  1. 2017 – Reclami ricevuti dalle imprese – Dati individuali per impresa – Tavola reclami e premi – All. 1 xlsm 57.5 KB
  2. 2017 – Reclami ricevuti dalle imprese – Dati individuali per impresa – Tavola reclami e contratti – All. 2 xlsm 56.7 KB
  3. 2017 – Reclami ricevuti dalle imprese – Dati individuali per gruppo di appartenenza – All. 3 xlsx 21.3 KB