Costituito il primo fondo immobiliare Cattolica dedicato all’elderly care

Cattolica e Coopselios hanno firmato un accordo di investimento e dato avvio al “Fondo Innovazione Salute”, riservato alla valorizzazione di residenze sanitarie assistenziali (RSA).

Il Fondo, istituito e gestito da Savills Investment Management SGR S.p.A., vedrà Cattolica come investitore di maggioranza (con circa l’80% dell’equity del Fondo) e unico player assicurativo, mentre Coopselios come apportante, investitore di minoranza e partner operativo. Saranno conferite inizialmente al Fondo, in due tranche, 10 RSA selezionate, attualmente di proprietà e in gestione a Coopselios, per un totale di oltre 800 posti letto. L’operazione immobiliare prevede una pipeline di investimenti di almeno €150 milioni. L’impegno nel “Fondo Innovazione Salute” consolida la presenza di Cattolica nel settore immobiliare sanitario, in cui è presente già dal 2008 con l’acquisizione di tre RSA.

Il progetto abbina due filoni di business presenti nel Piano Industriale 2018-2020 del Gruppo: la progettazione ed erogazione di un’offerta innovativa per l’elderly care e l’investimento immobiliare nel settore sanitario.

Cattolica avvia così un percorso di progressivo incremento della propria presenza nel settore dei servizi di prevenzione e protezione per gli anziani e i loro caregiver. Nell’ambito dell’accordo con Coopselios è infatti previsto lo studio congiunto di un’offerta ibrida di servizi e prodotti assicurativi, che dia risposta ai bisogni di cura, salute, assistenza, orientamento e accompagnamento degli anziani e delle loro famiglie.

In termini di business industriale, l’accordo si inserisce in un contesto di mercato elderly che in Italia già oggi è stimato in oltre 30 miliardi di euro, nel quale la domanda di prodotti e servizi per anziani è in grande crescita.