I danni da vento in tutti i loro aspetti e le coperture assicurative

3508

EVENTI ATMOSFERICI

Autore: Fabrizio Mauceri
ASSINEWS 286 – maggio 2017

Premessa

I danni da vento generano da sempre nel nostro paese una molteplicità di danni a cose (fabbricati, veicoli e non solo) e a persone attraverso eventi di varia intensità, che in molti casi possono assumere caratteri assai violenti. L’approccio del mercato assicurativo a questa tipologia di eventi è tendenzialmente superficiale a causa della credenza assai diffusa nelle reti di distribuzione assicurativa che le coperture esistenti ed offerte dalle compagnie operanti nel nostro Paese siano ormai onnicomprensive e senza sbavature soprattutto per tipologie di danno così frequenti come quelle generate da eventi atmosferici.
Proprio per questa ragione l’approccio al problema è sottodimensionato rispetto alla frequenza ed alla gravità dei danni.
In questa sede cercheremo di affrontare l’argomento sia dal punto di vista fisico che assicurativo. In modo da avere una panoramica completa del fenomeno in tutti i suoi aspetti.

Cosa sono gli eventi atmosferici?

Sono tecnicamente i danni provocati dal vento. Dal punto di vista fisico in base alla velocità del vento possiamo trovarci di fronte a trombe d’aria, cicloni, tornado, uragani. Tendenzialmente questi fenomeni sono accompagnati da piogge abbondanti e torrenziali ed in qualche caso da grandine. Le coperture assicurative tradizionalmente includono i danni da grandine (con delle limitazioni che vedremo in seguito) nella copertura eventi atmosferici, mentre per i danni da acqua piovana bisogna richiamare una estensione specifica.

CONTENUTO A PAGAMENTO Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati a MENSILENon sei abbonato?

Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante

Hai dimenticato la Password?
Registrati