M&A: l’engagement dei dipendenti importante nel processo di integrazione

Dell’indagine condotta da Willis Towers Watson M&A Risk Consulting e Mergermarket che ha visto il coinvolgimento di alti dirigenti assicurativi risulta che quasi la metà (42%) delle compagnie di assicurazione riconosce l’importanza cruciale che riveste l’integrazione culturale, così come l’assunzione e la retention dei dipendenti, per raggiungere il successo di operazioni di fusione.

La ricerca –  che ha coinvolto 750 alti dirigenti nei diversi settori assicurativi: vita, danni e riassicurazione – evidenzia come i rispondenti all’indagine vedano nella crescita del fatturato lordo una misura del successo per le acquisizioni. L’entità dei ricavi e delle sinergie commerciali (62%), il rendimento del capitale (55%) e le sinergie finanziarie (48%) sono i fattori più frequentemente citati. Per contro, la ricerca enuclea che solo il 12% delle compagnie intervistate annovera l’engagement dei dipendenti come misura del successo del processo di integrazione.

Steve Allan, EMEA M&A practice leader di Willis Towers Watson, sostiene invece che “l’engagement dei dipendenti e l’esperienza accumulata con i clienti ricoprono un ruolo di notevole importanza nel migliorare le performance finanziarie. Tuttavia, è sconfortante che l’engagement dei dipendenti non risulti tra gli indicatori di successo di un accordo. Gli scontri culturali sono la ragione più citata dei fallimenti di una fusione, senza opportuni accorgimenti, tali discrasie rischiano di essere sottovalutate, portando così all’insuccesso dell’intera operazione.

Un’ulteriore ricerca, intitolata “Serial Acquirers in Modern Times: How to Handle the Assembly Line?”  condotta da Mats Stenerson Kallum, approfondisce suggerendo che un precoce  coinvolgimento degli uffici HR delle compagnie potrebbe essere fondamentale per garantire il risultato di una fusione.  La ricerca ribadisce inoltre l’importanza, palesata dai serial acquirers, del coinvolgimento dei dipendenti per il successo dell’operazione. Steven Allan continua: “I serial acquirers, ormai esperti di M&A, riconoscono la centralità dei dipendenti nella determinazione del risultato di una fusione e pertanto dovremmo fare attenzione. Mantenere una forte attenzione alle problematiche dei dipendenti in ogni fase del processo di fusione può aiutare a raggiungere gli obiettivi finanziari prefissati.”