Vivendo insieme, la polizza di Afi Esca per gli assistenti domiciliari

Gli assistenti domiciliari sono oltre 1,5 milioni in Italia e ricoprono il delicato ruolo di sostenere gli anziani e le persone non autosufficienti.

Parliamo delle cosiddette badanti, donne soprattutto straniere che nello sbriciolarsi del sistema di welfare italiano, sono diventate una componente essenziale.

AFI Esca Italia, compagnia di assicurazione francese specializzata nell’ambito delle soluzioni assicurative Vita individuali, ha realizzato un prodotto tutto per loro. Si chiama Vivendo Insieme ed è una polizza che copre il rischio di perdita del lavoro per coloro che assistono a domicilio le persone non autosufficienti.

L’obiettivo è di salvaguardare il tenore di vita dei lavoratori immigrati che, con un regolare contratto, svolgono il ruolo di cura e assistenza delle persone non autosufficienti all’interno del nucleo famigliare. Grazie a Vivendo Insieme, in caso di cessazione del rapporto di lavoro dovuta a premorienza dell’assistito o ricovero dello stesso in regime di lungo degenza, l’assicurato avrà a disposizione un indennizzo mensile volto a garantirgli la continuità reddituale.

“Siamo orgogliosi – sostiene Pierfrancesco Basilico, Direttore AFI Esca Italia – di aver studiato, primi in Italia, un prodotto che si rivolge a quell’ampia categoria di immigrati che svolgono questo lavoro, la cui tutela penso sia un passo avanti verso quei principi di trasparenza e solidarietà che molto spesso vengono trascurati nelle mansioni di questo genere. Grazie alla nostra rete distributiva, che ha finalmente ha raggiunto un’adeguata capillarità, confidiamo che, da nord a sud, ci possa essere una buona risposta in termini di adesione a questo progetto, in linea con il cambiamento in atto del welfare”.