S&P: l’Italia resta a BBB-

Standard & Poor’s ha confermato a BBB- il rating sull’Italia, mantenendo anche le prospettive stabili. Inoltre, nel comunicato di aggiornamento delle sue valutazioni l’agenzia ha precisato che «se il governo italiano dovesse attuare pienamente le riforme, che dovessero portare ad un aumento sostenibile delle prospettive di crescita, potremmo prendere in considerazione un miglioramento del rating». Secondo Standard & Poor’s. la ripresa in Italia è ben avviata, soprattutto grazie a fattori esterni come la crescita nell’Eurozona, il deprezzamento del dollaro e il calo del prezzo del petrolio. Per l’agenzia di rating, il pil crescerà quest’anno dello 0,4% per poi accelerare all’1% annuo nel 2016-2017. Sempre per quest’anno, il pil potrebbe fare registare un incremento maggiore qualora l’andamento registrato nel primo trimestre (+0,3%) venisse confermato.