Vittoria Assicurazioni: I trimestre in crescita

Il Consiglio di Amministrazione della Vittoria Assicurazioni ha approvato ieri il resoconto intermedio di gestione.

Il consuntivo al 31 marzo 2014 presenta un utile netto di Gruppo pari a 18,9 milioni di euro contro 15,8 milioni di euro dell’analogo periodo dell’anno 2013 (+20,0%).

Il conto economico complessivo di Gruppo, che tiene conto anche degli utili o perdite rilevati direttamente nel patrimonio netto, al 31 marzo 2014 presenta un saldo pari a 67,2 milioni di euro, rispetto al saldo di 14,1 milioni di euro del 31 marzo 2013, grazie all’importante recupero di valore dei titoli in portafoglio.

Il patrimonio netto di Gruppo ammonta a 573,7 milioni di euro, con un incremento del 13,3% rispetto all’importo di 506,4 milioni di euro rilevato al 31 dicembre 2013, dovuto agli utili conseguiti nel periodo e all’incremento della riserva di utili/(perdite) su attività finanziarie disponibili per la vendita.

Il risultato del segmento assicurativo, al lordo delle imposte e delle elisioni intersettoriali, è pari a 30,9 milioni di euro, con un incremento del 12,7% rispetto al risultato di 27,4 milioni di euro registrato al 31 marzo 2013.

I premi contabilizzati al 31 marzo 2014 ammontano a 300,3 milioni di euro (261,5 milioni di euro al 31 marzo 2013), con un incremento del 79,1% nei Rami Vita e del 5,9% nei Rami Danni e in particolare:

– i premi dei Rami Auto evidenziano uno sviluppo del 4,0%;

– i premi riferiti ai Rami Elementari sono aumentati del 13,4%;

– i premi riferiti ai Rami Speciali sono diminuiti del 14,1%.

L’incremento percentuale dei Rami Vita è impattato dalla distribuzione temporale dei premi raccolti nel 2013.

Il combined ratio ed il rapporto sinistri a premi conservati dei Rami Danni, al 31 marzo 2014, si attestano rispettivamente al 90,3% e al 63,9% (principi contabili italiani). I corrispondenti valori al 31 marzo 2013 erano pari rispettivamente al 92,1% e al 65,4%.

I costi di struttura registrano un’incidenza sulla raccolta complessiva assicurativa del lavoro diretto del 7,8% (8,7% nell’analogo periodo dell’esercizio precedente).

Gli investimenti complessivi, pari a 2.971,9 milioni di euro (+6,6% rispetto alla situazione del 31 dicembre 2013), sono riferiti per 67,5 milioni di euro (+3,1%) a investimenti con rischio a carico degli Assicurati e per 2.904,4 milioni di euro (+6,7%) a investimenti con rischio a carico del Gruppo.

I proventi patrimoniali netti, connessi a investimenti con rischio a carico del Gruppo, ammontano a 16,3 milioni di euro contro 14,6 milioni di euro del precedente periodo (+11,9%).

Il settore immobiliare ha registrato un risultato lordo negativo di 2,0 milioni di euro, rispetto a un saldo negativo di 3,0 milioni di euro dello stesso periodo dell’esercizio precedente.

Al 31 marzo 2014 la Capogruppo presenta un utile netto civilistico – secondo i principi contabili italiani – pari a 19,9 milioni di euro, con un incremento del 13,7% rispetto all’utile di 17,5 milioni di euro registrato nell’analogo periodo del 2013.

Come richiesto dal Regolamento ISVAP n. 17, il Consiglio inoltre ha approvato le modifiche all’art. 5 dello Statuto Sociale (capitale sociale), resesi necessarie per l’aggiornamento degli elementi di patrimonio netto attribuibili alle gestioni Danni e Vita in seguito all’approvazione del bilancio 2013. Le modifiche sono soggette all’approvazione dell’IVASS.

Il Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili-societari di Vittoria Assicurazioni S.p.A., Rag. Mario Ravasio, dichiara ai sensi del comma 2 dell’art. 154-bis del Testo Unico della Finanza, che le informazioni contabili contenute nel presente comunicato corrispondono alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.