IVASS: le imprese devono nominare un referente per l’attività antifrode

L’IVASS ha inviato una lettera alle imprese di assicurazione richiedendo che queste provvedano alla nomina di un referente dell’attività antifrode per gli adempimenti connessi a tale attività, compresi quelli riconducibili all’istituendo Archivio Informatico Integrato.

Il referente dell’attività antifrode, inoltre, dovrà rivestire tale ruolo anche nei confronti degli organi di Polizia Giudiziaria che operano sul territorio e sarà il destinatario delle richieste di informazioni da questi inoltrate, quando non diversamente disposto.

La nomina del referente ed il conferimento dei relativi poteri di rappresentanza da parte dei competenti Organi societari dovrà avvenire entro 30 giorni dalla data della presente comunicazione. Entro lo stesso termine tale nomina, a firma del rappresentante legale della società, sarà resa nota a questo Istituto mediante comunicazione al Servizio Studi e Gestione Dati – Divisione Banche Dati e Antifrode, trasmessa via e-mail all’indirizzo studi.gestionedati@pec.ivass.it