Quesito su responsabilità civile verso terzi proprietà fabbricato

 IL VOSTRO QUESITO

E’ diventata prassi trasferire il rischio della responsabilità civile verso terzi relativo alla proprietà di un fabbricato,  dal locatore al locatario (conduttore) in quanto quest’ultimo pagando la garanzia della proprietà copre le responsabilità del fabbricato spettante al proprietario(difatti si trasferisce la responsabilità) e generalmente si rafforza questa volontà inserendo in polizza un allegato che evidenzia questo trasferimento utilizzando la frase: “relativamente la garanzia fabbricato è stipulata in nome e per conto del proprietario”. Perché si opera in questa maniera? Per comodità e per prezzo, in quanto viene fatta un’unica polizza ad un prezzo ridotto, rispetto a farne due, una sul rischio locativo (conduzione fabbricato) e un’altra sul rischio della proprietà (escluso conduzione). Analizzando questa prassi di mercato si evidenziano due problematiche, entrambe da verificare: 

1) fiscale: è corretto che il locatario paghi una parte di rischio (premio maggiore di un 20%) del proprietario a lui non spettante e poi la porti a costo (in bilancio) quando non è di sua competenza? 

2) Qualcuno dice che esiste sentenza che stabilisce che non è possibile trasferire e far coprire la propria responsabilità ad un altro soggetto; nello specifico non si può trasferire la responsabilità della proprietà del fabbricato al locatario, nel caso di danno da proprietà del fabbricato la polizza stipulata dal locatario in nome e per conto del proprietario non avrebbe effetto, in quanto come detto sopra non è possibile trasferire la responsabilità. Se tutto ciò fosse vero si aprirebbe un lavoro a tutto campo su questa problematica.

L’ESPERTO RISPONDE

Gli esperti di ASSINEWS rispondono via mail ai vostri quesiti su tutti i rami assicurativi, normativa e compliance! Scopri il servizio "Esperto Risponde"

Accedi alla pagina "Il tuo abbonamento" per informazioni sui servizi inclusi nel tuo piano
Hai dimenticato la Password?
Registrati