Risarcimento diretto e L.C.A. della compagnia assicuratrice del responsabile civile non intervenuta in causa

Giurisprudenza

Commento alla sentenza n. 190/2012 del Giudice di Pace di Eboli nella causa tra Ragone (Avv. V. Merola), attore, contro Sara Ass. ni Spa (Avv.ti M. Caiafa e D. Caiafa), convenuta, pubblicata in data 27.1.2012

Autore: Massimo Caiafa
ASSINEWS 231 – maggio 2012

Il Giudice di Pace di Eboli, avv. Maria De Vecchi, con la sentenza n.190/12 depositata in data 27.1.2012, ha affrontato e risolto – a nostro avviso correttamente – una questione di diritto in materia di “indennizzo diretto” che si presenta – ormai con frequenza – allorquando l’ente assicuratore del responsabile civile venga sottoposto a liquidazione coatta amministrativa a norma dell’art. 245 del d. lgs. 7.9.2005 n. 209.
L’istituto “dell’indennizzo diretto”, previsto – come procedura innovativa – dal d.lgs. 7.9.2005 n. 209 è stato contrastato ab initio da una dottrina qualificata che, in maniera “sofferta”, ne ha accettato l’applicazione, ravvisando, nella pretesa del legislatore di creare un nuovo architrave nel sistema risarcitorio, discutibili profili in diritto (violazione del simultaneus processus, dell’unità della giurisdizione in relazione ad una esigenza di litisconsorzio necessario e possibilità di contrasto tra giudicati).CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante

Hai dimenticato la Password?
Registrati