Sgr, consultazione Consob-Bankitalia

Parte la consultazione del mercato sul documento congiunto Bankitalia Consob sulla disciplina della gestione collettiva del risparmio. Il documento prevede modifiche al regolamento intermediari della Consob, al regolamento sulla gestione collettiva del risparmio e alla disciplina relativa all’autorizzazione delle funzioni di banca depositaria di Banca d’Italia e infine al regolamento congiunto Bankitalia-Consob in materia di organizzazione e controlli degli intermediari che prestano servizi di investimento e di gestione collettiva. Tutto parte da una direttiva Ue (la 2009/65) che riguarda il coordinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative in materia di organismi di investimento collettivo in valori mobiliari (Oicvm) e introduce una serie di misure per promuovere una maggiore integrazione del mercato europeo del risparmio gestito, attraverso regole che agevolano l’operatività transfrontaliera delle Sgr. Le novità più importanti riguardano le nuove regole relative al passaporto dei gestori, le fusioni transfrontaliere di Oicr (organismi di investimento collettivo del risparmio), la creazione di strutture cosiddette master-feeder, le regole in materia di organizzazione e controlli delle società di gestione nonché di gestione dei rischi degli Oicr, le regole in materia di obblighi di condotta delle società di gestione e delle Sicav, la struttura e i contenuti della documentazione d’offerta da consegnare o da porre a disposizione degli investitori. Nell’ambito delle attività di attuazione della nuova regolamentazione comunitaria in materia di risparmio gestito, il ministero dell’Economia ha avviato una consultazione sulle modifiche che verrebbero apportate al Tuf.