Quante novità in arrivo su fondi, prospetti e derivati

Novità in arrivo su fondi, prospetti e derivati. In particolare è pronto a sbarcare in Italia il Kiid (Key investor information document), che in poche pagine riassumerà le condizioni per i fondi. Inoltre, quanto alle società quotate, i derivati che non prevedono consegna fisica (cash-settled) potrebbero presto rientrare nel calcolo delle soglie rilevanti per la comunicazione al mercato. Sono queste le principali novità che la Consob ha messo in consultazione fino al 6 giugno: le modifiche hanno l’obiettivo di adeguare il Regolamento Emittenti alle nuove normative nazionali e comunitarie (in particolare il riferimento è alla direttiva Ucits 4, che dovrà essere recepita dal governo italiano entro luglio). Per quanto riguarda il Kiid, sono state accolte la maggior parte delle richieste di Assogestioni in merito allo snellimento degli obblighi. Il nuovo documento dovrà essere consegnato gratis prima della sottoscrizione dei fondi, mentre il prospetto integrale è consegnato su richiesta dell’investitore. La bozza di consultazione prevede un regime transitorio per conservare i vecchi prospetti semplificati fino a febbraio 2012. Inoltre la commissione ha alzato le soglie minime sotto le quali è possibile l’esenzione al prospetto di bond bancari (da 2,5 a 5 milioni e da 50 a 75 milioni per le emissioni annuali). Sui derivati la Consob ha invece proposto un obbligo di comunicazione aggregato che includa le partecipazioni effettive e potenziali anche cash-settled oltre il 10%.