Nuova produzione vita ad aprile in calo del 35,4%

Nel mese di aprile la raccolta premi per nuove polizze sulla vita delle imprese italiane ed extra-U.E. è stata pari a € 3,5 mld, in calo del 35,4% rispetto allo stesso mese del 2010.

Da gennaio l’ammontare di nuovi premi emessi ha raggiunto € 17,5 mld, il 32,8% in meno rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente. I premi afferenti al campione di imprese U.E. – operanti in libertà di stabilimento e in LPS – sono stati pari a € 764 mln, registrando un aumento del 131,0% rispetto ad aprile 2010; per queste imprese la raccolta ha raggiunto da inizio anno € 2,7 mld, il 10,3% in più rispetto ai primi quattro mesi dell’anno precedente. Includendo anche quest’ultime imprese, ad aprile il volume di nuovi affari vita complessivo ha registrato un calo del 25,8% rispetto al 2010, a fronte di un ammontare premi pari a € 4,2 mld, mentre da inizio anno ha raggiunto € 20,2 mld, il 29,1% in meno rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente.

Relativamente al solo lavoro delle imprese italiane ed extra-U.E., nel mese di aprile l’ammontare delle nuove polizze collocate dal canale bancario e postale è stato pari a € 2,4 mld, in calo del 40,9% rispetto allo stesso mese del 2010.

Da gennaio il canale bancario e postale ha raccolto nuovi premi per un importo pari a € 12,6 mld, il 34,4% in meno rispetto ai primi quattro mesi del 2010. Negativo ad aprile anche l’andamento della nuova produzione vita intermediata dagli agenti che, a fronte di € 487 mln, ha registrato una contrazione del 21,9% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente; da inizio anno il volume complessivo dei nuovi affari collocati da questo canale è stato pari € 2,0 mld, il 18,5% in meno rispetto all’analogo periodo del 2010.

Il canale diretto (agenzie in economia) ha commercializzato ad aprile nuove polizze per un ammontare pari a € 110 mln, in calo dell’8,2% rispetto allo stesso mese del 2010; negativa anche la variazione annua del volume premi raccolto da inizio anno (-4,0%), a fronte di un importo pari a € 539 mln.

Nel mese di aprile i promotori finanziari hanno registrato una raccolta premi in diminuzione del 17,2% rispetto allo stesso mese del 2010 attestandosi ad un valore pari a € 453 mln; nei primi quattro mesi le nuove polizze intermediate da questo canale hanno raggiunto un importo pari a € 2,2 mld, il 39,5% in meno rispetto all’analogo periodo del 2010. In merito alla tipologia di prodotti, nel mese di aprile l’emissione di nuove polizze di ramo I è stata pari a € 2,7 mld, il 31,0% in meno rispetto allo stesso mese del 2010, mentre da inizio anno la raccolta premi ha raggiunto € 13,9 mld, registrando un calo del 29,8%. Più che dimezzata invece la raccolta premi di ramo V (-56,2% rispetto ad aprile 2010), a fronte di un ammontare pari a € 97 mln che, includendo anche i nuovi affari emessi da inizio anno, ha raggiunto € 510 mln, il 59,6% in meno rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente.

I prodotti di ramo III, con € 638 mln di premi, sono diminuiti del 46,6% rispetto ad aprile 2010; se consideriamo i premi cumulati da inizio anno, pari a € 3,0 mld, la contrazione, dovuta in gran parte all’arresto di emissione di polizze index, è pari al 38,3%. Da inizio anno i nuovi premi/contributi relativi a forme pensionistiche individuali hanno raggiunto € 157 mln, in crescita dell’1,0% rispetto al 2010. Nei primi quattro mesi del 2011 l’importo medio dei premi unici è stato di circa € 25.400 mentre quello dei premi annui e ricorrenti ha raggiunto rispettivamente quota pari a € 1.100 e a € 3.700.

Fonte: ANIA Trends