La crisi investe anche i trasporti

La crisi economica globale che ha investito i Paesi europei a partire dall’autunno 2008 ha profondamente colpito il settore dei Trasporti. Nel 2009 la circolazione delle merci a livello europeo ha subito una netta battuta d’arresto: -10% per il trasporto merci su gomma e -17% per quello su rotaia.

Questi i dati pubblicati da Eurostat, che indicano comunque una lenta ripresa già a partire dal primo trimestre del 2010.

La Confederazione  Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica (CONFETRA) registra, per il nostro Paese, cali ancora più significativi: -25% per i trasporti nazionali a carico completo e -22% per quelli internazionali.

In questo contesto la platea di aziende assicurate all’Inail, quasi 200mila nel 2009, si è ridotta del 3,5% rispetto al 2005. Si tratta di aziende, per lo più di piccole dimensioni, gestite da autonomi.

Gli addetti interessati a queste attività sono poco meno di un milione, diminuiti del 2,4% nell’ultimo quinquennio.

Dal punto di vista infortunistico si è registrato nel periodo considerato un notevole decremento, pari al -13,5% delle denunce di infortunio e -33,9% per i casi mortali.

Nel 2009 le denunce nel settore sono state circa 46mila e quelle mortali sono state pari a 113.

Fonte: INAIL