Giro di poltrone tra i manager delle Generali

di Anna Messia

C’è chi da Trieste si sposterà a Roma, chi lascerà la capitale per andare a lavorare a Milano e chi invece farà il viaggio in senso contrario. Il giro di poltrone in atto nella galassia Generali è un tourbillon.

Coinvolge, oltre alla capogruppo, anche le due principali controllate, ovvero Ina Assitalia e Alleanza Toro, e interessa manager della prima linea che si sposteranno dall’una all’altra azienda. Tali tasselli, secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, si stanno sistemando in questi giorni, con il via libera dei consigli di amministrazione delle società interessate e i manager si sono dimostrati pronti a mettere la propria esperienza professionale al servizio di tutte le controllate del gruppo assicurativo. Il primo spostamento importante, come noto, è stato deciso a fine aprile quando Andrea Mencattini, vicedirettore generale diGenerali a Trieste con responsabilità per la direzione in l’Italia di Assicurazioni Generali, è stato chiamato al vertice di Alleanza Toro per prendere in mano le redini della compagnia nata dalla fusione tra Alleanza, leader nel mercato Vita, e Toro, società specializzata invece nel settore Danni (con i marchi Lloyd Italico, Augusta e Das). Obiettivo di Mencattini sarà proseguire il processo avviato dal precedente amministratore delegato, Luigi de Puppi (che salirà alla presidenza), sviluppando le sinergie tra le due aziende, ovvero collocando prodotti Danni ai clienti che finora avevano acquistato solo polizze Vita e viceversa. Un traguardo che il manager potrà perseguire con il sostegno di altri due manager del gruppo assicurativo provenienti da Roma e da Trieste: Danilo Ignazzi e Giorgio Trombetta. Il primo ha una lunga esperienza in posizioni di vertice nei mercati assicurativi sia Vita sia Danni (oltre che nel gruppo Generali, ha lavorato al Lloyd Adriatico) e attualmente è responsabile dell’area insurance development, ovvero dell’innovazione e del marketing dell’intero gruppo in Italia. In Alleanza Toro assumerà invece la guida della area tecnico-assicurativa, sia Vita sia Danni, assumendo quindi un ruolo più operativo. Mentre Trombetta è stato chiamato da Ina Assitalia dove ricopriva la carica di condirettore generale con responsabilità di pianificazione, controllo e finanza e ora avrà lo stesso ruolo in Alleanza Toro, con la responsabilità sul cfo Gianluca Sanmartino.

Gli spostamenti infragruppo nella galassia Generali non si fermano qui: Sandro Panizza, che era stato chiamato in Alleanza Toro dall’allora amministratore delegato Ugo Ruffolo come direttore generale con responsabilità sulla finanza (assieme a Luigi Rizzuti, direttore generale nell’area marketing e commerciale) andrà a lavorare in Ina Assitalia, scambiando di fatto la poltrona con Trombetta e assumendo la carica di condirettore generale della compagnia romana. Si tratta di traslochi importanti, che coincisi con l’uscita dal gruppo da parte di Massimo Klun, vicedirettore generale, e responsabile dell’organizzazione e delle risorse umane in Alleanza Toro. Proprio quest’ultima compagnia appare quindi al centro delle riorganizzazioni più profonde, che potrebbero proseguire, visto che tra i progetti di Trieste ci sarebbe anche la fusione di Augusta in Alleanza Toro. (riproduzione riservata)