Coassicurazione indiretta

Il sig. Giovanni acquista un appartamento facente parte di un condominio regolarmente assicurato con polizza globale fabbricati.

Il sig. Giovanni stipula un mutuo con primario istituto bancario che naturalmente chiede polizza incendio e RC fabbricati con vincolo a suo favore, precisando che non vuole la polizza condominiale, ma contratto singolo stipulato da Giovanni.

Per diversi motivi Giovanni preferisce stipulare polizza incendio ed RC fabbricati con vincolo a favore della banca e contemporaneamente continuare a pagare la polizza condominiale che prevede garanzie più estese (eventi atmosferici, atti vandalici, acqua condotta, ricerca guasti).

Di fatto si ha una coassicurazione indiretta; un mio collega sostiene che nel caso di sinistro –esempio ricerca guasti, non presente come garanzia nella polizza vincolata – che colpisca l’abitazione di Giovanni, se la polizza condominiale non prevede la clausola differenza di condizioni, Giovanni non sarà risarcito dalla polizza condominiale, mentre a mio parere Giovanni dovrebbe essere regolarmente risarcito dei danni patiti.

Chi ha ragione?

 
Logo di Assinews Risponde

Dal tenore del quesito postoci, rileviamo che il caso non richiama ne’ l’applicazione del disposto dell’articolo 1910 del codice civile (Assicurazione presso diversi assicuratori), né tantomeno il tema della clausola “differenza di condizioni”, in quanto per le garanzie prestate da uno solo dei contratti assicurativi non potrà che operare unicamente quello che le prevede.

A tale conclusione si perviene abbastanza agevolmente ricordando il “principio indennitario” cui il predetto articolo 1910 s’ispira, vietando appunto di conseguire più indennizzi di valore complessivamente superiore a quello del danno effettivamente subito, aspetto questo che – ripetiamo – non si verificherebbe nel caso prospettato.