Indennizzo e rivalsa

L’ANGOLO DELLA COMPLIANCE

Autore: Enzo Furgiuele
ASSINEWS 341 – maggio 2022
     

Domande, risposte e approfondimenti per ridurre il rischio di non conformità alla normativa sulla distribuzione assicurativa

obblighi informativi

Caratteristiche e criticità di un importante istituto del contratto di agenzia

Due degli istituti più importanti del contratto nazionale (Ana 2003, tuttora vigente) che disciplinano i rapporti tra l’agente mandatario e l’impresa mandante sono l’indennità di risoluzione del rapporto, la cui determinazione è dettagliatamente descritta dall’articolo 24 all’articolo 33 del contratto stesso e la successiva rivalsa nei confronti dell’agente subentrante, disciplinata dall’articolo 37.

Affronto l’argomento in questa rubrica, dedicata alla compliance, in quanto ho potuto osservare che la prassi di mercato, a seguito di accordi aziendali, in diversi casi deroga all’Ana 2003 introducendo nuove regole nel rapporto di agenzia, ritenute a favore dell’agente, ma su cui è necessario fare alcune riflessioni. Vediamo per prima cosa come l’Ana 2003 disciplina l’indennità di risoluzione e la rivalsa; successivamente esaminiamo come la normativa e la prassi di mercato hanno modificato questi istituti in modo anche sostanziale. Si tratta di due istituti (indennità e rivalsa) che rappresentano i due lati della stessa medaglia.

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati

© Riproduzione riservata