Prima Assicurazioni: “Ecco come otteniamo tariffe estremamente competitive e sostenibili nel tempo”

Notizia sponsorizzata

Parla Massimo Bambini, Chief Underwriting Officer della Insurtech che sta rivoluzionando il mercato assicurativo e conta oltre 2 milioni di clienti attivi

Uno dei segreti della forte e solida crescita di Prima Assicurazioni sono le tariffe estremamente competitive e sostenibili nel tempo, che spingono anche le vendite di Agenti e Broker. Non a caso la rete di Intermediari di Prima in pochissimo tempo è arrivata a coprire tutto il territorio nazionale e, a fine 2021, il canale indiretto valeva circa il 30% delle nuove polizze, con la società che ha superato ormai i 2 milioni di clienti attivi.

Prima, che ha rivoluzionato il mondo delle polizze auto, moto, furgone ed è entrata di recente anche nel segmento casa, famiglia e infortuni, è una Insurtech, ovvero una di quelle imprese assicurative che sta portando avanti l’innovazione nel settore.

Massimo Bambini, Chief Underwriting Officer di Prima Assicurazioni, come spiegherebbe che cos’è una Insurtech in poche, semplici parole?
Una Insurtech applica le più recenti tecnologie informatiche al settore assicurativo e porta beneficio a tutta la filiera. Infatti lo sviluppo delle tecnologie e della rete, la possibilità sempre maggiore di utilizzare e incrociare dati e informazioni e la crescita esponenziale della potenza di calcolo consentono, da una parte, di automatizzare ed efficientare molte procedure operative e, dall’altra, di accedere e trattare una mole di dati in precedenza inimmaginabile.

Come sappiamo, il settore assicurativo si basa più di altri sulla statistica, per questo dati e tecniche analitiche sono estremamente rilevanti. Le compagnie tradizionali non hanno in generale colto appieno le opportunità offerte da questo nuovo contesto e su questo sono state costrette a correre ai ripari e inseguire le Insurtech.

Qual è il vantaggio competitivo di una strategia “data-driven”, ovvero in cui le decisioni si basano su analisi dei dati e modello predittivo?
C’è un vantaggio evidente. Il “costo di produzione” del prodotto assicurativo è ignoto al momento della vendita e l’assicuratore non conosce con certezza quanto sarà costretto a pagare in termini di indennizzi o risarcimenti per la polizza che emette, ma può prevederlo attraverso la statistica, e noi riusciamo a definire un prezzo allineato il più possibile ai costi che si sosterranno, un approccio che si traduce nella possibilità di offrire un prezzo estremamente competitivo.

C’è poi un ulteriore vantaggio, dovuto alla tecnologia, che consente di semplificare l’operatività degli intermediari, con procedure assuntive e liquidative automatizzate più veloci e trasparenti, che accrescono la consapevolezza degli assicurati e contribuiscono alla crescita del mercato assicurativo.

Come si coniuga la competitività tariffaria con gli elevati livelli provvigionali di Prima?
La competitività delle nostre tariffe è il risultato del lavoro che facciamo per comprendere il rischio sottoscritto e automatizzare i nostri processi. Su queste basi siamo in grado di offrire tariffe competitive e sostenibili per una fascia di mercato molto ampia.

Gli ottimi livelli provvigionali sono una scelta: per noi è giusto condividere la redditività con i nostri Intermediari, che sono un pilastro della nostra strategia a lungo termine.

Guardando avanti, credo ci siano molti segmenti di mercato, non solo nel comparto Rc auto, in cui possiamo portare il nostro modello rivoluzionario, solido e profittevole. Abbiamo ancora molto lavoro da fare e vogliamo farlo e crescere insieme alla nostra rete.

Quali sono le ultime novità per la rete di Prima?
Nel 2021 il prodotto Motor ha continuato a evolvere per adattarsi alle esigenze degli Intermediari ed è stato introdotto, tra le tante novità, il frazionamento semestrale del premio. Prima ha inoltre lanciato due prodotti dedicati alla famiglia: un prodotto infortuni famiglia e un prodotto Rc famiglia, vendibili in maniera semplice e veloce ai clienti che vogliono estendere la copertura anche alla vita di tutti i giorni.

Nei prossimi mesi verrà inserita sulla piattaforma Intermediari una polizza multirischio abitazione, sviluppata sulla base dei feedback ricevuti dal confronto con Agenti e Broker per rispondere al meglio alle richieste della rete.

Come si può avanzare una candidatura per entrare nella rete di Prima?
La rete di Agenti e Broker di Prima Assicurazioni continua a crescere attraverso selezione dei partner più qualificati su tutto il territorio nazionale.

Per presentare la propria candidatura gli Intermediari iscritti in A o B possono consultare il sito www.prima.it/ intermediari.