Per il vaccino c’è l’assicurazione

Iniziativa dell’azienda bergamasca Arcoplex per tutelare i dipendenti da eventuali reazioni
Da Nobis una diaria di 50 euro per ogni giorno di malattia
di Filippo Merli

Un’assicurazione sul vaccino. Per tutelare i dipendenti da eventuali reazioni avverse. L’iniziativa, denominata Vaccino protetto, è di Arcoplex, azienda attiva nel settore delle materie plastiche con sede a Pontirolo Nuovo, in provincia di Bergamo. E per i lavoratori sarà gratuita. Lo scorso marzo, in pieno lockdown, era stata un’altra impresa bergamasca, Orto Bellina, a introdurre la prima polizza sul Covid in Italia in collaborazione con Generali. «Abbiamo studiato questa assicurazione che nel caso di contagio da coronarivus copre i dipendenti per eventuali spese di ricovero, con una quota che verrà elargita loro durante la degenza, oltre a garantire i servizi post ricovero», avevano spiegato i responsabili della ditta specializzata in prodotti alimentari biologici.
Ora, con l’avvento dei vaccini e con la possibilità di inoculazione anche in azienda, Arcoplex intende assicurare i dipendenti in caso di effetti collaterali provocati dalla somministrazione del siero. «Oltre alla copertura in caso di contagio i nostri dipendenti possono contare su una diaria se si manifestano reazioni avverse all’iniezione», ha sottolineato l’amministratore delegato del gruppo,Giacomo Scanzi.

La polizza sottoscritta da Arcoplex, gruppo fondato nel 1958 nel comparto della distribuzione di resine termoplastiche, è collegata alla campagna vaccinale in corso su scala nazionale. E al timore che diverse persone hanno manifestato nei confronti della cura anti Covid. Per i dipendenti della società la polizzaVaccino protetto sarà gratuita grazie alla partnership con Nobis assicurazioni.

«Questa polizza va a completare un pacchetto assicurativo che prevede non solo l’indennizzo nel caso di reazione avversa, ma anche un indennizzo giornaliero in caso di ricovero per Covid e un’assistenza quotidiana durante la degenza a casa in seguito al ricovero stesso. Il tutto valido per i dipendenti e per il loro nucleo familiare».

«Per dimostrare la propria vicinanza ai clienti e contribuire a regalare maggiore serenità a chi dovesse avere timore di sottoporsi al vaccino per immunizzazione da Sars-CoV-2, Nobis assicurazioni offre gratuitamente il nuovo prodotto assicurativo Vaccino protetto», si legge sul sito.

«Se a seguito della vaccinazione si palesasse una reazione avversa tale da compromettere le normali attività,Vaccino protetto corrisponderà all’assicurato una diaria di 50 euro per ogni giorno di malattia, a partire dall’ottavo, e/o di 100 euro per ogni giorno nel caso di ricovero a partire dal quinto. La polizza è offerta a tutti clienti Nobis assicurazioni in possesso di una polizza attiva che non abbiano ancora compiuto i 70 anni d’età al momento dell’adesione».

© Riproduzione riservata

Fonte: