Raccolta B.Generali a 1,7 mld

Raccolta netta di Banca Generali in crescita a marzo. E questo sia nei volumi a 646 milioni (+25% su base annua) sia nel mix di prodotto (100% in soluzioni gestite ad alto valore aggiunto). La raccolta del primo trimestre ha sfiorato 1,7 miliardi (+11%,) evidenziando un significativo incremento delle soluzioni gestite, che sono quintuplicate a 1,3 miliardi rappresentando il 77% della raccolta complessiva.

La raccolta è risultata ben diversificata tra le diverse soluzioni gestite. La sicav lussemburghese Lux Im ha confermato il trend di crescita strutturale (154 milioni nel mese, 386 nel trimestre), cui si è affiancata la ripresa dei contenitori finanziari (127 milioni nel mese, 180 nel trimestre). Si rafforza inoltre la crescita dei contenitori assicurativi (146 e 380 mln), che nell’attuale contesto di mercato sono preferiti alle polizze tradizionali (-103 e – 226 milioni) per la maggiore versatilità negli investimenti dei sottostanti e le coperture assicurative distintive. Le soluzioni amministrate e la liquidità hanno messo a segno nel trimestre un risultato positivo (101 e 605 mln), anche se lontano dai massimi dello scorso anno. In marzo le nuove masse sotto consulenza evoluta sono ammontate a 128 milioni (445 mln da inizio anno) raggiungendo il totale di 6,5 miliardi.

«Un primo trimestre molto forte, con un trend di raccolta in continua crescita rispetto agli ultimi anni non più solo nella ricerca di sicurezza e protezione nell’ambito del risparmio amministrato, ma sempre di più anche nella componente gestita», ha commentato l’a.d. Gian Maria Mossa. «I dati di marzo evidenziano l’interesse per le nostre soluzioni tematiche, e in particolare quelle legate alla sfera della sostenibilità, senza dimenticare il bisogno di diversificazione e di tutele come offrono gli strumenti assicurativi. L’impegno nel digitale e l’offerta di una piattaforma di servizi ampia e di grande qualità sia negli investimenti, sia nella sfera del wealth management, valorizzano le professionalità dei banker. Pur con la dovuta cautela per le dinamiche dei mercati e gli esiti delle campagne di vaccinazione, la solidità della domanda ci fa guardare con fiducia alle opportunità di sviluppo per i prossimi mesi».

© Riproduzione riservata

Fonte: