La beffa: sanzione post- furto

di Stefano Manzelli
Non basta subire un furto e perdere i dati personali contenuti nel proprio dispositivo elettronico. Il rischio è anche quello di essere sanzionati dall’autorità dopo aver fatto regolare denuncia. Lo ha chiarito il garante per la protezione dei dati personali con il provvedimento n. 5/2021. L’Arpa Campania ha denunciato sia ai carabinieri che al garante l’avvenuta sottrazione di un hard disk: usato da tutti gli operatori dell’agenzia, anche per motivi personali, conteneva numerosi dati personali. Senza alcuna cifratura o tecnica di protezione. In pratica chi ha sottratto il dispositivo può facilmente disporre di una serie importante di dati personali anche delicati. Il garante ha ritenuto che nonostante il furto la responsabilità del titolare del trattamento resti evidente per la mancata adozione di regole preventive di sicurezza. Il combinato disposto degli artt. 5 e 32 del regolamento europeo sulla protezione dei dati non lascia scampo. Se non proteggi il corretto trattamento dei dati personali scatta la sanzione.

© Riproduzione riservata
Fonte: