Cigna punta al settore sanitario tedesco

Per molti anni, il mercato dell’assicurazione sanitaria in Germania è stato considerato saldamente diviso e poco attraente. Ma nel frattempo il quadro è cambiato. L’insurtech Ottonova si sta attualmente affermando come un nuovo assicuratore sanitario e anche altre start-up vogliono almeno entrare nel business dell’assicurazione sanitaria complementare.

Inoltre, il business dell’assicurazione collettiva con clienti aziendali sta gradualmente diventando più promettente. Questo sta ora attirando l’attenzione di un importante attore internazionale che finora ha sottoscritto affari in questo paese solo passivamente – cioè su richiesta delle aziende attraverso un broker assicurativo. Nei prossimi giorni, l’assicuratore sanitario americano Cigna entrerà di fatto nel mercato tedesco.

Cigna è un assicuratore del Connecticut che serve circa 175 milioni di clienti in tutto il mondo e arriva a un fatturato di 160 miliardi di dollari ed è quotata nell’indice azionario S&P 500.

“Crediamo che l’assistenza sanitaria virtuale sia il futuro”, ha detto al quotidiano tedesco F.A.Z. in un’intervista video Arjan Toor, l’amministratore delegato di Cigna in Europa. Con una rete di più di 1,5 milioni di medici, cliniche e fornitori di servizi specializzati in tutto il mondo, crede di poter offrire alle aziende tedesche con focus internazionale un buon affare per i dipendenti.

Recenti sondaggi tra i dipendenti hanno mostrato che tre quarti vorrebbero che la loro azienda si impegnasse nell’assistenza sanitaria, ma solo un quarto lo fa effettivamente. La missione di Cigna è quella di utilizzare i sondaggi tra i dipendenti per analizzare innanzitutto i bisogni delle aziende. Il risultato, dice, sarà un’offerta di assistenza sanitaria personalizzata che si adatta all’azienda. “Al centro della nostra offerta Whole Health c’è l’accesso diretto agli specialisti”, dice Toor. Se un dipendente usa un servizio, la fattura va direttamente a Cigna.

In Germania, assicuratori nazionali come Gothaer e Alte Leipziger sono entrati anche nel settore dell’assicurazione sanitaria per i datori di lavoro e hanno raggiunto tassi di crescita superiori alla media per diversi anni. La Süddeutsche Krankenversicherung persegue un approccio globale che serve anche a proteggere la forza lavoro collettiva contro le carenze. Cigna si avvicina di più a questo approccio con la sua nuova strategia “Whole Health”.

“Abbiamo sviluppato qualcosa di indipendente. Molti concorrenti parlano della malattia mentale senza portare la conversazione ad un nuovo livello”, dice Toor. Soprattutto, dice, i manager devono rendere la salute della loro forza lavoro una priorità.

Cigna