Dai fondi fuggono 8,7 miliardi

Affossato dai timori legati alle conseguenze dell’epidemia sanitaria, in marzo il settore del risparmio gestito ha registrato deflussi complessivi per 8,7 miliardi di euro. Secondo i dati resi noti da Assogestioni la flessione della raccolta per le gestioni collettive è stata pari a 10,5 miliardi, mentre le gestioni di portafoglio hanno registrato flussi in ingresso per 1,8 miliardi.
Quanto alle singole macro categorie, i riscatti hanno prevalso quasi ovunque. I fondi obbligazionari hanno accusato un calo di 8,59 miliardi di euro, gli azionari hanno lasciato sul terreno 4,11 miliardi, le linee flessibili hanno perso 3,22 miliardi, i comparti bilanciati hanno assistito a riscatti per 1,05 miliardi. Gli hedge fund sono riusciti a contenere l’urto, registrando un impatto negativo sulla raccolta per soli 18 milioni di euro. In controtendenza solo i fondi monetari con una raccolta positiva per 6,2 miliardi di euro.
Il patrimonio in gestione è sceso a 2.143 miliardi di euro, nella scia della volatilità che ha colpito i mercati.
© Riproduzione riservata

Fonte: