RC auto: automobilisti fedeli alla propria compagnia

di MR. OLIVIERO
Per rinnovare la polizza RC auto la maggioranza degli automobilisti italiani preferisce rimanere fedele alla propria compagnia assicurativa. Lo rivela un’indagine appena pubblicata dall’ANIA, l’Associazione Nazionale fra le Imprese assicuratrici, su un campione rappresentativo di oltre il 97% del mercato.
Più dell’80% degli assicurati italiani continua a rinnovare la polizza RC AUTO con la propria compagnia, assicurando tutti i veicoli del nucleo familiare. Un dato costante dal 2016 che negli anni ha registrato scostamenti solo di qualche punto percentuale.
Il grado di fidelizzazione
Sul numero totale dei veicoli, a gennaio 2020 la percentuale di fidelizzazione si attesta all’ 82,6%. Sostanzialmente invariata dall’82,8% del 2019. E leggermente inferiore rispetto all’83,2% del 2018, dove nell’aprile di quell’anno si è toccata la punta massima raggiungendo l’84,1%.
Per tipologia di veicolo
Guardando alla tipologia dei veicoli i proprietari delle auto sono i più fedeli in assoluto, rispetto agli autocarri che cedono un punto percentuale, ma soprattutto ai motociclisti che dimostrano di essere la categoria più infedele con “solo” il 69%.
Più fedeli alle grandi compagnie
E’ interessante notare come il grado di fidelizzazione sia direttamente proporzionale alla grandezza dell’Impresa di assicurazione. Considerando il totale dei veicoli sale, infatti, dalla media nazionale dell’82,6%, all’ 85,2% nelle compagnie con oltre 500 milioni di raccolta premi nel settore auto nell’anno precedente.  Scendendo all’ 83,2% nelle assicurazioni tra 200 e 500 milioni di raccolta premi. Fino a raggiungere il 78,3% tra quelle con una raccolta premi inferiore ai 200 milioni.
Le compagnie online pagano il dinamismo della rete
Ancora più basso il dato delle compagnie dirette che giocandosi il confronto in rete pagano il dinamismo tipico di Internet, non riuscendo ad andare oltre il 71,5%. Ma è anche vero che sul web è più difficile trattenere un cliente perché le regole e le dinamiche sono completamente diverse. Poiché, però, tra sconti e promozioni, l’utente online è sempre all’inseguimento del prezzo più basso, non è detto che il cliente perso non tornerà l’anno successivo, se al momento del rinnovo troverà una campagna sconti a lui molto favorevole.
Poiché questo trend è riscontrabile per qualsiasi tipologia di veicolo, significa che gli assicurati si sentono maggiormente tutelati dalla grande Compagnia non considerandosi semplicemente un numero. E’ chiaramente più una percezione che un riscontro oggettivo. Le normative vigenti e le regole proprie del settore assicurativo garantiscono, infatti, a tutti gli assicurati gli stessi diritti e le stesse tutele sotto l’egida attenta dell’IVASS, l’istituto che vigila sulle assicurazioni, garantendo il corretto funzionamento del mercato assicurativo.
A parte gli efficaci programmi di fidelizzazione attuati del resto da diverse compagnie, molto probabilmente l’attrazione nei confronti del brand famoso, è data soprattutto dal suo posizionamento sul mercato attraverso mirate campagne pubblicitarie e di stampa. E’ facile riscontrare infatti che dopo gli slogan ad effetto e le immagini evocative, attualmente le compagnie di assicurazioni preferiscano farsi rappresentare da noti testimonial, specie se cinematografici e televisivi, per pubblicizzare il proprio marchio ed i propri prodotti.
RC auto