Il 30 aprile cda Cattolica su cedola e assemblea

Il prossimo consiglio di amministrazione di Cattolica, a meno di convocazioni straordinarie, è stato fissato per il prossimo 30 aprile. Bisognerà quindi aspettare ancora qualche settimana per sapere quando la compagnia di Verona intende convocare la propria assemblea che all’ordine del giorno avrà importanti modifiche della governance e dello statuto. Ma non solo. Il consiglio di amministrazione dovrà anche dare indicazioni sulla cedola dopo che, lo scorso 19 marzo, Cattolica presentando i conti al mercato aveva annunciato che la decisione sul dividendo sarebbe stata posticipata in attesa di un quadro più chiaro. L’appuntamento è quindi per il 30 aprile dopo che martedì scorso il cda si è riunito per prendere atto delle dimissioni di Enrico Mattioli, vicedirettore generale e chief financial officer del gruppo, che a fine aprile lascerà la società e per affidare l’incarico di cfo ad Atanasio Pantarrotas, dal 2015 nel gruppo. Ieri intanto Cattolica Assicurazioni e Fondazione Cattolica hanno fatto sapere di avere stanziato un fondo di oltre 2 milioni di euro in favore delle realtà, territoriali e nazionali, che in queste settimane si stanno adoperando per far fronte all’emergenza Covid19. In particolare, Cattolica ha donato 500 mila euro a sei ospedali di Lombardia e Veneto, due tra le regioni italiane più colpite dalla crisi sanitaria, mentre Fondazione Cattolica ha stanziato 1,5 milioni per una serie di realtà che si rispecchiano nella visione etica come per esempio 150 mila euro destinati al Policlinico Gemelli. (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf