Rbm: “Così i fondi salveranno la sanità”

Vecchietti, ad della compagnia prima negli strumenti integrativi, presenterà alla Camera la sua proposta L’accordo con Intesa
“Le statistiche diffuse dall’Ania, mettendo insieme due settori diversi, non esprimono bene la nostra posizione competitiva: Rbm ha il 50 per cento dell’assicurazione correlata ai fondi sanitari ed è prima”.  Manco Vecchietti, ceo di Rbm, mette i puntini sulle “I”. Proprio sui fondi Vecchietti sta per presentare al mondo politico, alle parti sociali e agli operatori una proposta per garantire a tutti gli italiani (e non solo ad alcune categorie come accade adesso) un servizio integrativo che si aggiunga al Servizio sanitario nazionale.


Fonte:aflogo_mini