L’inquietante silenzio del governo sulle nomine in Bankitalia

Sono trascorse quasi due settimane dalle nomine decise dal consiglio superiore della Banca d’Italia e ancora non si ha notizia del rilascio del parere – obbligatorio, ma non vincolante – del Consiglio dei ministri. Come si ricorderà, il consiglio superiore ha nominato, con decorrenza dal 10 maggio, direttore generale Fabio Panetta (ora vicedirettore generale), che succede a Salvatore Rossi (il cui incarico cesserà il 9), nonché i vicedirettori generali Daniele Franco e Alessandra Perrazzelli. È tuttora in sospeso, ugualmente in attesa del parere del governo, la conferma nella carica di vicedirettore generale di Federico Signorini deliberata circa due mesi fa.


Fonte: logo_mf