Commercialisti, sanità ai tirocinanti

di Simona D’Alessio

Tutele sanitarie estese (gratuitamente) dalla Cassa previdenziale dei dottori commercialisti (Cnpadc) ai tirocinanti, garantendo così a poco meno di 1.200 futuri colleghi una vasta gamma di prestazioni. È la novità appena licenziata dal vertice dell’Ente a beneficio di coloro che scelgono la pre-iscrizione, e che fa da apripista nei confronti di altre misure di welfare, che (sotto forma di bandi) verranno varate nei prossimi mesi per il sostegno all’avvio e allo sviluppo dell’attività professionale, a seguito del via libera dei ministeri vigilanti del lavoro e dell’economia alle correzioni al Regolamento unitario (si veda anche ItaliaOggi del 21 dicembre 2018).

Nel contempo, d’ora in avanti diverse tipologie di domande (dal riscatto della laurea, del servizio militare e del tirocinio alla ricongiunzione, fino all’indennità di maternità, nonché ogni trattamento pensionistico) dovranno esser presentate esclusivamente online, per assicurare ai dottori commercialisti, afferma il presidente Walter Anedda, «una sempre maggiore qualità dei servizi offerti».

Fonte: