A Vittoria il 10% di Consultinvest

Con 2,5 milioni la compagnia entra nel capitale del gruppo fondato da Vitolo. L’operazione prevede un accordo esclusivo di 5 anni per la distribuzione di polizze Vita da parte dei 346 consulenti della società finanziaria. Ma in cantiere ci sono già nuove alleanze con banche locali
di Anna Messia
Dopo le polizze e gli immobili, Vittoria assicurazioni mette un piede anche nel risparmio e nella consulenza finanziaria. La compagnia controllata dalla famiglia Acutis nei giorni scorsi ha rilevato il 9,6% di Consultinvest spa, la holding del gruppo finanziario indipendente fondato da Maurizio Vitolo. L’operazione è stata siglata «in un’ottica di consolidamento dei rapporti con il gruppo Consultinvest, con il quale è stato concluso un accordo di distribuzione in esclusiva di polizze del ramo Vita», hanno spiegato dalla compagnia guidata dall’amministratore delegato Cesare Caldarelli. Per l’assicurazione è la prima volta che viene firmato un accordo distributivo che si aggiunge alla rete Vittoria, composta da più di 440 agenzie, che sono e resteranno il pilastro del gruppo. La volontà della compagnia appare però quella di premere il pedale sulla raccolta Vita. Il bilancio del 2017 appena pubblicato ha evidenziato una crescita della raccolta Danni, aumentata del 6,2%, che con 1.148 milioni rappresenta la parte preponderante dell’attività di Vittoria Assicurazioni .

Il ramo Vita, invece, ha mostrato segni di frenata (-6,2%) in conseguenza delle strategie messe in atto, che hanno portato a un contenimento dei prodotti a premi unici rivalutabili collegati alle gestioni separate, a favore di prodotti di ramo terzo e quinto. Ma in ogni caso il settore vita, con 173 milioni di euro di premi, rappresenta ancora una fetta limitata del business di Vittoria e l’operazione siglata con Consultivest, che dalla sua vanta una rete di 346 tra consulenti finanziari e private banker, servirà da stimolo allo sviluppo. L’acquisto di poco meno del 10% di Consultinvest, con un esborso di 2,5 milioni, è stato affiancato dalla firma di un accordo di distribuzione esclusiva che durerà cinque anni. L’alleanza contribuirà alla crescita del business di Vittoria a partire in particolare dalla seconda metà di quest’anno, quando inizierà a produrre i suoi effetti, e che ovviamente, farà crescere anche Consultinvest, gruppo che vede lo stesso Vitolo come azionista di maggioranza, cui si aggiunge una quota detenuta dal management.

In corso c’è l’operazione di aumento di capitale che vede il management detenere in particolare il 15%, mentre Vittoria ha rilevato poco meno del 10% della holding del gruppo Consultinvest. Società che a cascata controlla la sim, che gestisce asset per circa 1,25 miliardi e anche la sgr. Anche la società di gestione del risparmio, che per il 50% è partecipata dalla Cassa di Risparmio di Ravenna, gestisce asset per circa 1,3 miliardi. L’alleanza con Consultinvest potrebbe tra l’altro non essere l’unica partnership cui il gruppo assicurativo controllato dalla famiglia Acutis guarda per crescere nel settore Vita. La compagnia sarebbe infatti in trattative anche con piccole banche locali per allargare ulteriormente il proprio perimetro distributivo e nuovi accordi potrebbero essere firmati già entro l’anno. Intanto, come noto, la compagnia ha chiuso il bilancio 2017 con un utile di 77,5 milioni di euro e un Solvency II ratio del 210,5%, staccando agli azionisti un dividendo di 0,28 euro per azione, in crescita del 33%. È stato il più alto mai riconosciuto dalla società. (riproduzione riservata)
Fonte: logo_mf