Al via Sanimoda, fondo di assistenza sanitaria integrativa per l’industria della moda

Il Welfare integrativo per i dipendenti del settore Moda si amplia e si struttura con l’avvio di SANIMODA, che va ad affiancare il fondo pensionistico complementare PREVIMODA. Nato nel luglio 2017, il fondo sanitario integrativo SANIMODA, che si rivolge a una platea potenziale di 400.000 lavoratori, ha inaugurato lo scorso 1° aprile la copertura assicurativa a favore dei propri iscritti.

L’annuncio è stato dato lunedì a Milano nel corso di una conferenza stampa, alla quale hanno partecipato Fiammetta Fabris, amministratore delegato di UniSalute (gruppo Unipol), Gianluca Brenna, Presidente del Fondo Sanimoda, Roberto Arioli, Presidente del Fondo Previmoda, e Giancarlo Bosser, Chief Life&Employee Benefits Officer di Generali Italia.

IL SISTEMA WELFARE IN CIFRE

ISCRITTIAZIENDECCNL
PREVIMODA58.6934.126Tessile abbigliamento
Occhiali
Calzature
Pelle e cuoio
Penne
Spazzole e Pennelli
Giocattoli
Lavanderie industriali
Reti da Pesca
Concia
SANIMODA118.5773.672Tessile abbigliamento
Occhiali
Calzature (gennaio 2019)
Pelle e cuoio (settembre 2018)
Penne (luglio 2018)
Spazzole e Pennelli (luglio 2018)
Giocattoli (settembre 2018)
Reti da Pesca (gennaio 2019)

L’istituzione di SANIMODA è il risultato del lavoro delle parti sociali, che in pochi mesi ha realizzato quanto stipulato nelle ultime tornate di rinnovi contrattuali dei CCNL del settore.

Il Fondo è in fase di “start up”: è attualmente obbligatoria l’iscrizione per le aziende del settore Tessile Abbigliamento e Occhiali, mentre è prevista la decorrenza delle contribuzioni di altri cinque distinti CCNL, con scadenze contrattuali scaglionate nel corso del 2019.

Le compagnie assicurative selezionate da SANIMODA per la gestione del suo corposo Piano sanitario sono UNISALUTE in coassicurazione con GENERALI ITALIA, che gestiranno le prestazioni previste per i lavoratori e per il loro nucleo familiare.

Le coperture offerte ai lavoratori del settore prevedono ad esempio il pagamento delle spese per: ricoveri, visite, esami di alta diagnostica e alta specializzazione, cure dentistiche, check-up di prevenzione, fisioterapia, servizi di assistenza per le malattie croniche, per le quali UniSalute ha sviluppato un modello di gestione altamente innovativo.

Particolare attenzione è dedicata alle necessità di cura delle future mamme e di tutta la famiglia, con check-up di prevenzione per i figli minori, apparecchi odontoiatrici, un servizio di prevenzione dell’obesità infantile con un modello di gestione unico sul mercato. Ma ancora indennizzi per le spese sostenute per figli disabili e i genitori ricoverati in Residenze sanitarie per anziani, cure termali e sostegni alle famiglie in caso di figli autistici, affetti da malattie genetiche o disabili.

La fiducia e la condivisione di tutti i partner coinvolti hanno permesso di dare vita a un’offerta di welfare integrato dove ognuno ha messo in campo tutte le proprie risorse e il rispettivo know-how per generare un vero “valore condiviso” per le aziende, per i lavoratori e per tutta la società e costituiscono la base di un percorso di partnership continuativo anche per il futuro.