Obblighi di POG e verifica di adeguatezza per i prodotti IBIPS

NORMATIVA

Strumenti e metodologia operativa

Autore: La Redazione
ASSINEWS 296 – aprile 2018

Non vogliamo usare un anglicismo inflazionato negli ultimi mesi (disruptive), ma nel settore finanziario e assicurativo, gli obblighi imposti dalle nuove direttive, se ben utilizzati, forniranno enormi benefici in termini di maggiore (e migliore) conoscenza del proprio cliente, utilissimi nell’azione commerciale.

Pensiamo alle decine di miliardi che in altri settori vengono spesi per avere ed elaborare al meglio i dati della clientela; nel settore assicurativo e bancario l’acquisizione del dato è un obbligo cui nessuno può sottrarsi. Ciò che negli altri settori è una modalità quasi occulta (a parte qualche distratto “OK” che diamo qui e là) per profilare il Cliente e quindi proporre soluzioni sempre più adatte alle sue esigenze, nel “nostro” l’obbligatorietà della profilazione fa perdere di vista il panorama molto più ampio. Profilare bene è un’occasione enorme di business, prima ancora di un obbligo, dobbiamo solo cambiare prospettiva, come stanno facendo da anni i vari Amazon, Google, Microsoft, etc.

Ma facciamo un passo indietro.
Sui nuovi obblighi normativi è stato detto ormai tutto, quindi vorremmo trarre solo alcuni principi cardine la cui declinazione pratica è, a nostro parere, la soluzione vincente in quello che in apparenza può sembrare un groviglio inestricabile.

CONTENUTO A PAGAMENTOIl contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILENon sei abbonato?

Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante

Hai dimenticato la Password?
Registrati