Attacchi cyber di vaste proporzioni: da Helvetia alcuni accorgimenti per le PMI

USA e il Regno Unito mettono in guardia dagli attacchi cibernetici su vasta scala: nel mirino non ci sono solo i governi, anche i privati vengono colpiti sempre più di frequente.

Gli esperti cyber di Helvetia  raccomandano cinque accorgimenti che permettono alle PMI di ridurre il rischio di attacchi cibernetici.

Gli attacchi cibernetici di nuova generazione prenderebbero di mira in primo luogo i router. Oltre ai governi e alle istituzioni, la minaccia è reale anche per i privati, in particolare i collaboratori che lavorano in modalità home office sarebbero stati colpiti ripetutamente. Da tali router privati si procede quindi ad attaccare gli uffici governativi. «Soprattutto le aziende dovrebbero proteggersi il più possibile da attacchi simili», afferma Christoph Guntersweiler, responsabile dell’Helvetia Cyber insurance, raccomandando inoltre di adottare «i due accorgimenti preventivi più importanti per le imprese, ossia aggiornare regolarmente i loro software antivirus e i loro sistemi operativi».

Di seguito cinque accorgimenti per limitare i rischi in ambito cibernetico:
– mettete al sicuro i vostri dati ogni giorno
– munitevi di validi strumenti tecnici di protezione (ad es. firewall e software antivirus) e aggiornateli costantemente
– eseguite un software di gestione delle patch e degli aggiornamenti, in modo da tenere sempre aggiornati i vostri programmi
– proteggete i vostri dati con l’aiuto di password sicure e criptate i dati sensibili e confidenziali
– mettete in guardia i vostri collaboratori dai rischi cibernetici e fornite loro una preparazione adeguata.