Mediobanca ha il 100% di Esperia

Banca Mediolanum ha perfezionato la cessione del 50% di Banca Esperia a Mediobanca. L’operazione, annunciata nel novembre scorso, sancisce definitivamente la fine della collaborazione tra i due gruppi bancari nel private banking: un sodalizio che era iniziato nel 2000. Da tempo i partner stavano mettendo a punto i dettagli della separazione, divenuta necessaria alla luce delle nuove strategie societarie. In particolare, Piazzetta Cuccia ha fatto da tempo dello sviluppo del wealth management uno dei pilastri principali del piano industriale.

Per Mediolanum, invece, il segmento presidiato dalla banca privata guidata da Andrea Cingoli è ora considerato eccessivo: mantenere un piede nell’azionariato avrebbe potuto diventare controproducente e comportare deflussi di masse da Basiglio a via Filodrammatici. Il trasferimento delle azioni a Mediobanca e il relativo pagamento di 141 milioni di euro sono avvenuti ieri.

Per il gruppo guidato da Alberto Nagel, l’acquisizione totalitaria di Esperia consentirà di produrre opportunità di crescita importanti nell’ambito dell’intera divisione Wm.

© Riproduzione riservata
Fonte: