La polizza fideiussoria a garanzia dell’Amministrazione finanziaria

La polizza fideiussoria di cui all’art. 38bis del d.P.R. n. 633 del 1972, stipulata al fine di garantire in favore dell’Amministrazione finanziaria, la restituzione delle somme da questa indebitamente versate ai contribuenti in sede di procedura di rimborso anticipato dell’IVA, costituisce un contratto autonomo di garanzia la cui durata è normalmente collegata con i tempi di accertamento dell’imposta.

Ne consegue che, ove una norma di legge, sopravvenuta rispetto alla data di stipulazione del contratto, proroghi i termini di accertamento dell’imposta in favore dell’Amministrazione finanziaria, tale proroga non si riflette anche sulla durata del relativo contratto di garanzia, a meno che lo stesso non contenga una diversa previsione.

Cassazione civile sez. III, 28/03/2017 n. 7884