Ivass: nel 2016 calano i reclami alle imprese

L’IVASS ha pubblicato i dati sui reclami ricevuti da ciascuna impresa di assicurazione nel corso del 2016. I dati si riferiscono sia alle imprese italiane che alle imprese U.E. che operano nel nostro mercato in regime di stabilimento o in libera prestazione di servizi (LPS) e che hanno ricevuto più di 20 reclami l’anno.

Nel corso del 2016 i reclami delle imprese italiane sono stati 105.100, in diminuzione dell’1,7% rispetto al 2015; quelli delle imprese UE 15.335.

Dei complessivi 120.435 reclami 24.834 (pari al 20,6% del totale) sono relativi ai rami vita, 55.618 (46,2% del totale) al ramo r.c.auto e 39.983 (33,2%) agli altri rami danni.

I principali motivi di reclamo riguardano, per il ramo r.c.auto, l’area della liquidazione (in particolare, i tempi di definizione dei sinistri, l’attribuzione della responsabilità, la quantificazione dei danni).

Per il comparto vita ricorrono, in particolare, problematiche connesse alla liquidazione delle prestazioni ed ai comportamenti della rete di vendita. In merito all’esito, i reclami accolti sono stati pari al 33%, quelli transatti pari a circa il 10%, quelli respinti pari al 52%, il restante 5% risultava in fase istruttoria al 31 dicembre.

In allegato la graduatoria delle singole imprese.

Reclami_ricevuti_dalle_imprese_-_Dati_individuali_Allegato_1